Petrolio Wti, il doppio minimo sarà sufficiente per innescare un rialzo?

A
A
A
di Finanza Operativa 23 Marzo 2017 | 16:30

Il petrolio Wti ha completato la formazione di un doppio minimo a ridosso del supporto statico posto a 47 dollari per barile. Un livello dal quale stanno tetando di rimbalzare, visto anche il forte ipervenduto tecnico che ancora caratterizza il posizionamento dei principali indicatori e oscillatori.

In quest’ottica, al rialzo, i prossimi obiettivi sono individuabili in area 49/49,55 in prima battuta, successivamente, a quota 51,20, e ancora intorno alla soglia dei 52 dollari. Attenzione però: è cruciale posizionare uno stop loss molto rigido a quota 47, livello al di sotto del quale si profilierebbe una nuova discesa.

Per sfruttare il potenziale allungo del Wti a Piazza Affari sono disponibili una serie di Etc: Etfs Wti Crude Oil, Boost Wti Oil Etc, Sg Etc Wti Oil Collateralized, Etfs Eur Daily Hedged Wti Crude Oil, Etfs Wti 2mth Oil Securities, Boost Wti Oil 2x Leverage Daily Etp, Etfs 2x Daily Long Wti Crude Oil, Boost Wti Oil 3x Leverage Daily, Sg Etc Wti Oil +3x Daily Lev Collateral e Etfs 3x Daily Long Wti Crude Oil.       Gianluigi Raimondi

Clicca sul grafico per ingradirlo
Petrolio Wti
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf, da Lgim un innovativo strumento sulle commodity a Piazza Affari

Borsa Italiana: al via l’Italian Equity Week

DWS Group, tonfo a Francoforte. Indagini USA su investimenti ESG

NEWSLETTER
Iscriviti
X