I primi Etf smart beta di Fidelity sono incentrati sul reddito

A
A
A
di Finanza Operativa 4 Aprile 2017 | 13:40

Fidelity International si appresta a potenziare la sua gamma di soluzioni d’investimento con il lancio di due ETF smart beta incentrati sul reddito. Coniugando l’esperienza di Fidelity nelle strategie d’investimento attive con gli aspetti sistematici caratteristici degli investimenti passivi, i fondi sono concepiti per soddisfare la domanda di reddito degli investitori. Fidelity Global Quality Income UCITS ETF e Fidelity US Quality Income UCITS ETF forniscono un’esposizione a società di qualità elevata che mirano a distribuire dividendi interessanti con l’obiettivo di generare un extra rendimento rispetto al mercato* mantenendo contestualmente una rigorosa gestione del rischio.
Questo approccio si basa sulla convinzione che le società di qualità più elevata con utili e flussi di cassa stabili hanno maggiori opportunità di sovraperformare nel corso del tempo. Il rischio verrà gestito in maniera attenta diversificando le esposizioni settoriali e geografiche e le posizioni su singoli titoli. Nick King, Responsabile ETF di Fidelity International, ha commentato: “Fidelity International si adopera per offrire soluzioni di eccellenza nel campo degli investimenti. La domanda di strategie smart beta è andata crescendo negli ultimi anni e dovrebbe continuare ad aumentare, poiché gli investitori cercano prodotti differenziati a prezzi competitivi orientati a risultati specifici. In questo settore, le nostre comprovate capacità di ricerca e la nostra esperienza possono aumentare il valore offerto ai clienti e ampliare la loro gamma di scelta”.
“I nostri primi ETF smart beta replicheranno gli indici costruiti da Fidelity sulla base della nostra esperienza in materia di analisi dei titoli e costruzione di portafoglio. Coniugando la nostra competenza in fatto di investimenti attivi con gli aspetti sistematici dell’investimento passivo, siamo convinti di poter offrire un prodotto realmente differenziato”, conclude King. Disponibili ad un prezzo competitivo con spese correnti pari allo 0,3% per il fondo statunitense e allo 0,4% per quello globale, gli ETF saranno quotati a partire dal 3 aprile su London Stock Exchange e Deutsche Börse.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etp, raccolta in calo per il secondo mese consecutivo

Etf, raccolta boom per i prodotti di Lyxor contro i cambiamenti climatici

Etf, ecco il portafoglio tematico che guadagna oltre il 60%

NEWSLETTER
Iscriviti
X