Il segmento green di ExtraMOT continua a crescere con l’obbligazione Hera

A
A
A
di Finanza Operativa 20 Aprile 2017 | 11:55

Hera è stato incluso nel segmento dedicato ai green social bond nato per offrire agli investitori istituzionali e retail la possibilità di identificare gli strumenti i cui proventi vengono destinati al finanziamento di progetti con specifici benefici o impatti di natura ambientale e/o sociale.

In particolare la multiutility ha lanciato nel 2014 un’emissione obbligazionaria decennale destinata a finanziare o rifinanziare progetti legati alla sostenibilità in quattro ambiti: lotta al cambiamento climatico, riduzione delle emissioni, qualità della depurazione acque e gestione dei rifiuti. Per ogni linea d’intervento Hera ha identificato una serie di investimenti specifici sui quali attivare un processo di monitoraggio e rendicontazione per assicurare al mercato la corretta e trasparente destinazione dei fondi raccolti ai progetti. Si tratta di un’emissione di 500 milioni complessivi, di durata decennale, con una cedola del 2,375% e un rendimento pari a 2,436%.

Con l’obbligazione di Hera, il listino dei titoli green sui mercati obbligazionari di Borsa Italiana si arricchisce di un’ulteriore importante emissione corporate a livello europeo.

Pietro Poletto, Responsabile dei mercati obbligazionari del London Stock Exchange Group, ha commentato: “Gli investitori di tutto il mondo guardano con crescente interesse alle tematiche di Enviromental, Social e Governance (ESG) nelle proprie politiche di investimento. Con il nuovo segmento di ExtraMOT, Borsa Italiana offre uno strumento importante per individuare le obbligazioni che finanziano progetti di impatto ambientale e/o sociale, allineandosi così alle best practice internazionali. Siamo felici che il segmento stia crescendo con l’emissione corporate di Hera, pioniere in Italia di questa tipologia di obbligazioni”.

Stefano Venier, ad di Hera ha poi affermato: “Hera è stata la prima azienda in Italia ad emettere un green bond grazie alla sua naturale predisposizione ad investire in progetti con caratteristiche compatibili con le regole di questi nuovi prodotti finanziari. Il nostro Gruppo, infatti, investe da sempre in settori che contribuiscono al miglioramento della sostenibilità ambientale e rendiconta gli impatti di questi progetti, in modo analitico, da ormai 10 anni nel proprio bilancio di sostenibilità che viene approvato insieme al bilancio di esercizio”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Axa IM, 13 mld di euro in green bond, social bond e obbligazioni sostenibili

Fondi, Nordea AM lancia il comparto Global Green Bond

Mercati, crescita esponenziale per le emissioni di green bond negli emergenti

NEWSLETTER
Iscriviti
X