Advice, i costi psicologici

A
A
A

“Il prezzo emozionale” che il cliente paga per la consulenza finanziaria.

Gaetano Megale, Independent Ethics Advisor di Gaetano Megale, Independent Ethics Advisor15 novembre 2017 | 05:50

Una strategia efficace per gestire l’impatto della Mifid 2 della trasparenza dei costi dovrebbe articolarsi su almeno tre fronti:

  • sviluppare attività per incrementare la fiducia del cliente
  • far percepire concretamente il valore, economico e psicologico, della consulenza finanziaria;
  • considerare, oltre ai costi monetari, anche i costi psicologici della consulenza.

È opportuno approfondire concettualmente i “costi psicologici”, che solo recentemente la ricerca internazionale ha evidenziato
quali significative barriere per la sua fruizione. Essi rappresentano il “prezzo emozionale” che l’utente paga per accedere o fruire del servizio di consulenza. Il primo è lo stress generato dall’interazione con il consulente che ha varie origini quali il senso di inadeguatezza nel trattare questioni finanziarie o confrontarsi con un interlocutore della cui affidabilità non si è certi. Il secondo è la “sostenibilità”, ossia credere di non potersi permettere di pagare un importo rilevante per fruire del servizio.

Il terzo riguarda il timore del cambiamento dello stile di vita
per la necessità di un maggior risparmio, per raggiungere obiettivi di vita o assolvere a esigenze precauzionali. Gli altri due, che hanno minor impatto, sono il costo della fatica e del tempo per compilare documentazioni e infine il costo della consapevolezza delle proprie problematiche e dei punti di debolezza della situazione patrimoniale. Tutti questi costi psicologici riducono la motivazione di acquisire servizi consulenziali e l’intenzione di continuare a fruirli. Per questo sarebbe necessario considerarli e studiarli al fine di individuare modalità efficaci per ridurli al minimo possibile.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti: ok tutele, ma che costi

Mifid 2, basta parlare sempre di tariffe

Assoreti: parte la grande sfida della Mifid 2

Mifid 2, serve sempre più ricerca

La grande festa sta per finire?

Mifid 2, attenti al quinto effetto

Mifid 2, attenti al quinto effetto

Consulenti, soluzioni per tutte le skill

Consulenti, quale modello distributivo prevarrà?

Consulenti, linee guida d’autunno

Bufi (Anasf): le mani di Mifid 2 nelle tasche dei consulenti

Consulenti, più pepe al reclutamento con Mifid 2

Mifid 2, se il consulente diventa green

Mifid 2, primi effetti collaterali

Gestione a prova di conflitti

Polizze vita, la Mifid 2 può spingere le unit linked

Consulenti, alle Poste si studia Mifid 2

Nuova era per le polizze

Mifid 2, il cliente non è obbligato a rispondere al questionario

Mifid 2? Sarà un successo a patto che..

Mifid 2, che guaio per i produttori

Consulenza ad alta tensione

Mifid 2: la ricetta per il “mal di margine”

Consob detta le regole: 5 spunti per i consulenti

Rivivi la diretta di Investments on the web

Efpa Italia, il board apre a terzi

“Lacrime di coccodrillo”, un video pro mandante sul caso SPI

Mifid 2 e fintech a portata di click

Consulenza e trasparenza, il falso mito dei costi

Levi (Fideuram Ispb): “Mifid 2? Una rivoluzione nella consulenza”

Salone del Risparmio: le sfide normative al centro della plenaria di chiusura

Mifid 2, i costi (salati) della direttiva

Anasf al salone per parlare di Mifid 2

Ti può anche interessare

Il Bitcoin subordinato

Il 3 gennaio sono entrate in vigore le regole della cosiddetta Mifid 2. Sul mercato c’è molta asp ...

Col vento in poppa

Non c’è Mifid 2 che tenga, la raccolta dell’industria italiana dell’asset management resta la ...

Ci vediamo in tv

Cari lettori, negli ultimi anni la tecnologia ha rivoluzionato il modo in cui fruiamo l’informazio ...