Col vento in poppa

A
A
A
Denis Masetti di Denis Masetti6 aprile 2018 | 06:20

Non c’è Mifid 2 che tenga, la raccolta dell’industria italiana dell’asset management resta largamente positiva e i record si succedono. Dopo aver chiuso il 2017 con una raccolta di circa 100 miliardi di euro, anche i primi mesi del 2018 confermano che i flussi netti registrati dall’industria del risparmio gestito sono ampiamente positivi, superiori a quelli già buoni del 2017. I consulenti finanziari si confermano canale efficiente della raccolta e tutti sorridono felici ed entusiasti delle prospettive. I prodotti più venduti sono i cosiddetti fondi flessibili, ma anche gli obbligazionari sono molto collocati soprattutto dal sistema bancario. Qualche rischio si potrebbe percepire se i tassi dovessero crescere come sembra, ma per il momento prevale l’ottimismo. L’effetto contrazione dei margini e abbassamento dei costi di gestione, frutto della maggiore trasparenza imposta dalla normativa Mifid 2 non si è percepito. Spesso i risparmiatori vedono il presente con lo sguardo rivolto al passato e certamente i risultati del 2017 sono stati brillanti: a fronte di un misero rendimento dei titoli di Stato e degli strumenti monetari i mercati azionari hanno brillato e ciò che oggi gran parte degli investitori percepiscono è un risultato largamente positivo. Più complesso valutare cosa succederà nel futuro e allora sarà opportuno valutare gli effetti di una rivoluzione come Mifid 2 in condizioni di mercato più complesse e negative. Chi è ben consigliato non si farà sorprendere e saprà vivere le fasi del mercato con la dovuta saggezza, calma e lungimiranza. Chi è solo a decidere farà ciò che spesso succede: venderà sui ribassi e si prenderà il massimo di perdita. La consulenza e l’esperienza di un professionista sono più che mai indispensabili.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Risparmio gestito, record di profitti

Intesa Sanpaolo, il wealth management sostiene gli utili

Asset management, le 10 ricette per avere successo

Ti può anche interessare

Mifid 2, gestire gli effetti

Come affrontare l’incremento del prezzo dell’advice finanziaria ...

Il Bitcoin subordinato

Il 3 gennaio sono entrate in vigore le regole della cosiddetta Mifid 2. Sul mercato c’è molta asp ...

Si scatena il Big Bang, ma l’industria tiene

I consulenti finanziari iscritti all’Albo alla 
data del 13 dicembre 2017 sono 56.018 di cui
g ...