Gestione a prova di conflitti

A
A
A

La letteratura ha da tempo evidenziato e quantificato i costi, diretti e indiretti, che gli utenti della consulenza finanziaria sostengono per una gestione non efficace dei conflitti d’interessi del professionista. A fronte di questo fenomeno è immaginabile che la nuova normativa Mifid 2 possa avere un qualche effetto correttivo. L’aspettativa è quella di migliorare la qualità della consulenza riducendo, o quanto meno scoraggiando, il misselling dei prodotti finanziari dovuto a consulenze che, seppur adeguate formalmente, privilegiano l’interesse del professionista verso quello dell’utente. Tuttavia diverse ricerche sostengono che un inasprimento normativo può avere effetti limitati
e addirittura potrebbe generare esiti opposti a ciò che si prefigge. In particolare l’efficacia dell’obbligo di trasparenza delle attività e dei costi (disclosure) secondo recenti ricerche può non migliorare i risultati per gli utenti. Anzi può
complicare la relazione con il cliente e allontanarlo, con suo danno, dalla fruizione di un’utile e produttiva consulenza. Tutto ciò perché si continua a inquadrare i problemi dei conflitti d’interesse in termini economici pensando che essi possano essere risolti mediante normative e sanzioni. Questa interpretazione della realtà, ormai primitiva sul piano scientifico, non tiene conto della dimensione psicologica che è dominante in tale questione.
Infatti è ampiamente provato che le violazioni possano essere del tutto inconsapevoli, inconsce e frutto di errori cognitivi. Occorre che alla normativa si affianchino e si sviluppino interventi che consentano di rendere gli operatori
consapevoli di tali processi. Difficile da credere e accettare, è proprio l’effetto di un altro e specifico errore cognitivo: il backfire effect.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mifid 2, Italia studente modello

Nuovi rendiconti, la timeline delle reti

Oggi su BLUERATING NEWS: Mifid 2 sotto la lente

Mifid 2, per i consulenti finanziari nulla è cambiato

Mifid 2 e prodotti di casa, scatta l’operazione vigilanza

Consulenti: anticorpi del mercato contro il catenaccio

Corso di formazione su MiFID II: contesto normativo e aspetti operativi

Mifid 2, finalmente i primi rendiconti

Salone del Risparmio 2019, atto secondo

Questionari Mifid 2, i principi Esma sono ancora un miraggio

Il grande crollo dei gestori

Mifid 2, continua lo scontro sulla trasparenza

Mifid 2, un anno dopo

Mifid 2, la Consob a gamba tesa

Consulenza finanziaria e trasparenza costi: noi si chiacchera, ma altrove…

LA VOCE DEL CONSULENTE: Rendiconti Mifid 2, scegli da che parte stare

Rendiconti Mifid 2, cara Consob ti scrivo

Rendiconti Mifid 2, Bufi (Anasf) paladino della trasparenza

MTF e OTF, cosa cambia con Mifid 2

Mifid 2, il punto di Assogestioni su conoscenza e competenza

Oggi su BLUERATING NEWS: sale lo spread, i rendiconti dei costi post Mifid 2

Consulenti, rinvio in vista per i rendiconti Mifid 2

Consulenti: a lezione di Mifid 2

Consulenti, così il digitale vi aiuterà

Il consulente “proletario” trionferà

Derivati, parte l’offensiva della vigilanza dopo Mifid 2

Consulenti e Mifid 2, così cambiano i clienti

Consulenti: ok tutele, ma che costi

Mifid 2, basta parlare sempre di tariffe

Assoreti: parte la grande sfida della Mifid 2

Mifid 2, serve sempre più ricerca

La grande festa sta per finire?

Mifid 2, attenti al quinto effetto

Ti può anche interessare

Consulenza? Sconosciuta. E non si vuole pagarla

Tra gli italiani che decidono di investire il loro risparmio la consulenza professionale risulta anc ...

Un terzo delle fees? Nessuno scandalo

Ai consulenti finanziari un terzo dei ricavi da commissione. Quando Maurizio Bufi, presidente di Ana ...

Il cammino dell’Ocf trova il coronamento

Il passaggio è epocale. A partire dal 1° dicembre 2018 ha preso avvio l’operatività dell’Albo ...