Quel brutto pasticciaccio

A
A
A
Fabrizio Tedeschi di Fabrizio Tedeschi4 ottobre 2018 | 06:08

La vicenda della presidenza della Consob si è chiusa nel modo meno peggiore possibile, ma la sua genesi è stata la quintessenza di quanto di peggio si potesse fare. Comunque la si pensi, nessuno dei protagonisti ne esce bene. Il cittadino, che è spesso risparmiatore e investitore, si domanda con quale artifizio giuridico sia stato possibile che un “comandato” da un’autorità europea potesse essere qualificato autonomo. E ancora, come è avvenuto che una simile macroscopica situazione d’incompatibilità sia passata al vaglio di tante autorità senza che alcuno rilevasse il problema. Se tale è la competenza giuridica di questi organi non c’è da stare tranquilli, anzi è lecito dubitare dell’efficacia dell’attività di controllo che costoro possano attuare. Quantomeno non tutti hanno dato prova delle
necessarie indipendenza e autorevolezza. Precisiamo che qui si parla dell’autonomia del presidente dimissionario, non della sua competenza, che nessuno ha messo in discussione. Dobbiamo proprio ritenere che gli enti nazionali siano solo una longa manus delle autorità comunitarie, senza alcuna possibilità d’intervento che non sia la supina applicazione dei loro diktat? In parte è così, ma solo per l’applicazione delle norme, non per tutto il resto. È molto grave, se ciò corrisponde a verità, che il comando sia stato concesso o, forse più propriamente, ordinato nell’interesse della Commissione europea. Il presidente della Consob non deve fare gli interessi della Commissione, ma degli investitori nel mercato italiano degli strumenti finanziari. È stato un gesto di grave arroganza della burocrazia europea comandare un suo funzionario nel proprio interesse a presiedere un’autorità nazionale.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Esma sotto la lente

Consulenti, i robot sono già qui

Consob, è fatta per Savona

La scelta gialloverde per Consob

Consob, parte la campagna social per Scolari alla presidenza

Firme contraffatte e altre violazioni, radiato consulente

Servizi di consulenza, una lamentela ben nota

Arriva la prima radiazione targata Ocf

Distrazione di somme e altre irregolarità, radiato ex Fineco

Con Consob per parlare di banca e finanza

Doppia nomina tra i responsabili di Consob

La Consob colpisce due cf ex Consultinvest

Offerta per conto di soggetti non autorizzati, radiato cf

Intesa, più consiglieri esteri nel board

Distrazione di somme e altre irregolarità, sospeso cf

La scure della Consob su padre e figlio

Operazioni non autorizzate e informazioni non vere, radiato consulente

Operazioni non autorizzate, sospeso ex Azimut CM

Troppe violazioni e arriva la radiazione per un ex Credem

Toptrade.fm, cartellino rosso dalla Consob

Prodotti assicurativi, modificato il Regolamento emittenti

Vigilanza: da Consob a Ocf, la rivoluzione si avvicina

Distrazione di somme, radiato ex Fideuram

Efpa Europa e Consob disegnano il profilo del consulente del futuro

Criptovalute e società abusive, gli stop della Consob

Violazione del monomandato, Consob non perdona

Sospeso dalla Consob, riammesso all’Albo dai giudici

Doppio mandato, radiato un consulente

Altri due radiati per la truffa Puerto Azul

Consob, pesante multa per ex direttore delle Poste

Consulenza? Sconosciuta. E non si vuole pagarla

Criptovalute, arriva il primo stop della Consob e colpisce Togacoin

Consulente imputata, stop per un anno

Ti può anche interessare

Consulenti e gestito, la musica rallenta

Mettiamo in fila qualche numero di borsa. Primo prezzo gennaio 2018 di Azimut Holding: 15,97 euro. U ...

Consulenza indipendente, tanto tuonò che non piovve

Novantaquattro consulenti finanziari autonomi e tredici società di consulenza finanziaria risultano ...

Truffe senza fine

La notizia dell’ennesima probabile truffa perpetrata ai danni di risparmiatori (in questo caso fri ...