C’è sempre una prima volta

A
A
A
Alessandro Rossi di Alessandro Rossi4 ottobre 2018 | 06:31

L’Italia è il Paese più bello del mondo, dove gran parte degli abitanti della Terra vorrebbe vivere. A questo proposito c’è il rischio che diventi un giorno, neanche tanto lontano, il pensionato di lusso dei ricchi stranieri, molti dei quali, anche per il regime fiscale (una una tantum di 100mila euro ai superpatrimoni di residenti esteri che scelgono l’Italia) hanno già optato per il nostro Paese, portandosi dietro anche ricche doti di investimenti. Stabilito che l’Italia è il Paese più desiderato per chi vive fuori, bisognerebbe che diventasse un posto più ospitale anche per chi ci vive di già. I problemi principali sono due: si pagano troppe tasse e l’offerta di lavoro è troppo scarsa.
Tutti i governi che si sono succeduti nell’ultimo decennio hanno avuto davanti questa doppia sfida e nessuno è riuscito a vincerla, né su un fronte, né sull’altro. Anzi la pressione fiscale è aumentata (soprattutto le tasse locali) e l’occupazione stabile (quella che conta davvero, non quella delle statistiche un tanto al chilo) non è cresciuta sensibilmente. Per di più gli ammortizzatori sociali sono stati ridotti. Però, come si dice, c’è sempre una prima volta. Al di là delle polemiche politiche, se nella prossima finanziaria la flat tax a trazione leghista e il reddito di cittadinanza in ottica europea (l’Italia è uno dei pochi Paesi a non avere uno strumento di sostegno simile finalizzato alla rioccupazione) andassero in porto, si tratterebbe della prima volta negli ultimi dieci o forse 20 anni che un governo vara provvedimenti concreti per il taglio delle tasse e per l’occupazione. In questo caso i mercati non piangeranno. Se l’Italia riparte è una boccata d’aria fresca per tutti.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Manovra, stallo nella trattativa fra Italia e Ue

Manovra, trattativa tutta in salita per l’Italia

Governo dritto sparato verso la multa da 3 miliardi

Regling: l’Italia non è rischiosa

Btp Italia parte l’asta: cedola minima 1,45%

Manovra, l’Italia risponde alle critiche dell’Europa

Le ragioni del banker

Manovra, il vero spread Italia-Germania è a quota 400

L’Italia nel mirino della nuova Lega Anseatica

La nuova lettera UE alza l’allarme debito

Amiral Gestion sbarca in Italia

Pir, il vademecum dei commercialisti

Pir, porte aperte al real estate

Npl, le banche tedesche fanno peggio di quelle italiane

Btp tricolore, a giorni un nuovo collocamento

Italia sotto esame, G20: bene il monitoraggio del Fmi

Isae, torna a calare la fiducia dei consumatori

Quando il legale torna a riprendersi il cliente

Partecipare agli utili d'impresa. La scelta dei professionisti

AAA, cercasi risorse in finanza e controllo

Italia: disoccupazione record, bruciati 378mila posti

Rating – Fitch conferma, Italia tra crisi e deficit

Banche – Bonus ingiusti

I settori più ricercati in ambito finanziario

Gabbie salariali, i professionisti non le vogliono

Continua la discesa dei prezzi alla produzione

Migliora la fiducia dei consumatori italiani

Ripresa della domanda, ma sotto le foglie d'autunno

In 540 mila perderanno il lavoro entro l'anno

Bankers italiani, stabilità lavorativa o retribuzione?

Oppressione fiscale: Italia prima tra i paesi Ocse

Ripresa economica a rischio ricaduta

Nuovo record negativo per il debito pubblico italiano

Ti può anche interessare

Tornino i veri banchieri

Gli operatori di mercato appaiono ormai troppo abituati a farsi guidare dalle scelte monetarie delle ...

I costi delle registrazioni

L’ultima edizione del regolamento intermediari prevede di fatto la registrazione delle telefon ...

Più etica nei comportamenti

La finanza comportamentale è molto popolare tra i consulenti finanziari, in quanto consente di comp ...