Essere egoisti? Non paga

A
A
A
Gaetano Megale, Independent Ethics Advisor di Gaetano Megale, Independent Ethics Advisor 12 Dicembre 2018 | 06:18
Chi aiuta gli altri e si preoccupa del loro benessere alla fine potrà contare su un reddito alto.

Il comportamento prosociale è basato sul desiderio e sull’inclinazione di una persona ad aiutare gli altri, in quanto si preoccupa per il loro benessere. Il tratto è correlato con l’intelligenza emotiva e si fonda sul rispetto e la dignità della persona, l’accettazione e l’apprezzamento del comportamento altrui, l’empatia, la solidarietà e anche sul problem solving interpersonale. Diverse ricerche hanno evidenziato che le persone prosociali mostrano un benessere psicologico maggiore, una migliore salute fisica e anche un grado più elevato di felicità. Altre ricerche hanno
verificato l’ipotesi che le persone che si comportano in maniera egoistica tendono ad acquisire benefici consistenti in guadagni e risorse economiche maggiori a breve termine che derivano dalla loro predisposizione allo sfruttamento interpersonale, all’avidità e a scelte competitive.
Le stesse ricerche evidenziano anche che il comportamento egoistico è paradossale, in quanto non consente di acquisire un pari grado di benessere personale. In ogni caso la credenza popolare che le persone egoiste siano mediamente più ricche rispetto agli altri è stata ulteriormente confermata da una recente e vasta ricerca
interculturale (Eriksson et al., Generosity pays, 2018). Tuttavia la stessa ricerca dimostra che tale credenza è falsa. I ricercatori hanno dimostrato, analizzando una vasta popolazione in Europa e negli Stati Uniti, che le persone
prosociali tendono ad avere più figli e hanno redditi più alti, nel lungo termine, rispetto agli egoisti, ipotizzando che
ciò sia dovuto essenzialmente alle loro migliori relazioni sociali. In conclusione lo studio sottolinea che se la gente
capisse che il comportamento prosociale paga anche gli egoisti dovrebbero adottare il medesimo comportamento, almeno per motivazioni egoistiche.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Tassi a zero, creatività a mille

Il costo del denaro ai minimi impone grandi sfide all’industria del risparmio gestito e ai consule ...

Soldi sotto il materasso in cerca di consulenza

Nei portafogli degli italiani la liquidità e mattoni restano gli asset preferiti. Ma gli investitor ...

Se 15 ispettori posson bastare

Recentemente, l’Ocf ha comunicato al pubblico le modalità ispettive nei confronti dei consulenti. ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X