La coperta è corta

A
A
A
Denis Masetti di Denis Masetti11 marzo 2019 | 09:37

Terminata da non molto l’ultima edizione di ConsulenTia, l’industria italiana dell’asset management si prepara al Salone del Risparmio di Milano che aprirà i battenti il 2 aprile. Nel mezzo di questi due appuntamenti, si fa più serrato il confronto tra i soggetti che compongono la filiera del settore: le sgr che fabbricano i prodotti finanziari e le banche o le reti dei consulenti che li distribuiscono. Il tema centrale del negoziato è la ripartizione dei ricavi derivanti dalla vendita di servizi d’investimento.

Tutti sanno che l’arrivo di Mifid 2 ha portato sotto i riflettori i costi e la trasparenza dei prodotti finanziari, facendo pressione sui margini di profitto di chi li crea e li vende. Il tutto mentre si fa strada, non senza incontrare ostruzionismi, la concorrenza dei consulenti autonomi fee-only, pagati a parcella senza legami con le sgr. Il presidente dell’Anasf, Maurizio Bufi, ha rivendicato per i consulenti (autonome non) il diritto a incassare una quota non trascurabile dei ricavi del settore. È prevedibile che, nel 2019, un tema centrale nell’industria del risparmio sarà proprio stabilire come dividere i profitti tra produttori e distributori, partendo da una consapevolezza: la coperta è corta e i margini di guadagno si stanno assottigliando.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti finanziari, clientela a raffica

Consulenti, cercasi giovani disperatamente

Consulenti, la vigilanza si allarga

Consulenti, ecco a quali reti si affidano i politici

Consulenti, fiumi di radiazioni e provvedimenti sotto l’albero

Consulenza e sri, tutto quello che c’è da sapere sugli obblighi informativi

Consulenti, fate largo ai creativi

Ocf, domande e risposte aggiornate sugli obblighi informativi dei cf

Azimut, un saluto commosso a Tardelli

Consultinvest, preparatevi a un 2020 di novità

Bnl Bnp Paribas LB, otto sotto il tetto di Rebecchi

Fideuram Ispb, il 2019 in 5 notizie

Reti, i veri fuoriclasse sono i consulenti

IWBank PI, poker d’assi nel reclutamento

Consulenti finanziari, i servizi giusti per il lungo termine

Fee only, la carica dei 300 (e oltre)

Consulenti e vigilanza, a novembre stessi numeri ma cambia la sostanza

Banca Mediolanum, sospeso il consulente Ajmone Cat

Banca Generali, la raccolta è sempre in forma

Advisor Mantra: sappiate scegliere i compagni di viaggio

Consulenti, la previdenza per fare ripartire l’Italia

Fideuram Ispb, le 400 eccellenze della consulenza patrimoniale

Consulenti, alla previdenza ci pensano di più i millennial

Consulenti, a Roma si parla del vostro futuro

Consulenti, Gooruf lancia la Community a ITForum

Consulenti, meglio occupati che preoccupati

C’è un po’ di Credem in Santa Maria

Consulenti: i giusti requisiti, visti da Federpromm

Enasarco, la Fondazione precisa

Consulenti, pioggia di autonomi certificati

Consulenti, preparatevi alla fine dei mercati

Consulenti, il fascino discreto della filiale

Consulenti, la gioventù che non avanza

Ti può anche interessare

Un terzo delle fees? Nessuno scandalo

Ai consulenti finanziari un terzo dei ricavi da commissione. Quando Maurizio Bufi, presidente di Ana ...

Doris e Nagel, sposi perfetti

Credo che noi dobbiamo essere aperti al contributo di tutti, specialmente di imprenditori del livell ...

Guaio burocratico

Il primo dicembre 2018 è diventato operativo l’Albo unico dei consulenti finanziari. Dopo anni di ...