Il nuovo mondo delle banche

A
A
A
di Giuseppe G. Santorsola 29 Dicembre 2016 | 13:15
Da Bluerating di gennaio 2017

10 banche in condizioni “critiche”, migliaia di sportelli da chiudere per ridurre i costi e risolvere la crescente disutilità della loro presenza, esuberi di personale che si possono stimare in riduzione prospettica di 100.000 unità rispetto a 10 anni fa. Nello specifico gestionale tassi d’interesse sistematicamente bassi o negativi impediscono la formazione di margini di gestione caratteristica, mentre diverse voci dell’attivo (immobili, partecipazioni e crediti) generano perdite di valore che annullano nei bilanci i margini stessi generati dall’attività corrente. Dal lato opposto delle fonti i depositi (salvo qualche eccezione) aumentano per assenza di alternative nel comportamento dei clienti, le obbligazioni non vengono rinnovate quando scadono e il patrimonio viene assorbito da minusvalenze e impairment dell’attivo. Sotto un altro profilo le paure sui depositi sono di natura comportamentale e non razionale, la ritrosia verso le obbligazioni è giustificata dalle esperienze del passato su strutture contrattuali e finanziarie deludenti nei risultati e il patrimonio viene letto come un’esigenza per coprire danni o errori del passato e non per finanziare lo sviluppo di strategie per il futuro. In positivo invece alcune banche,operando con strategie differenti (mobile, a distanza, fuori sede, con soluzioni robo-informatiche o fortemente orientate alla consulenza) ottengono risultati del tutto opposti, libere dai vincoli del passato e con modelli di business più aderenti al contesto attuale. Un’analisi condotta su 417 banche attraverso 22 indicatori di bilancio evidenzia quanto le banche siano indispensabili. Si sono utilizzati i colori del semaforo per facilitare la lettura dei dati. Il colore rosso è presente ma in dimensioni contenute, il verde è abbondante, ma lo è altrettanto il giallo. È il momento idoneo per intervenire con rapidità e ragionevole fantasia e ingegneria nel trovare soluzioni non transitorie. Senza banche non si può!

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Cambiare per salvarsi

Helicopter Money: dubbi e speranze

Spending review su bancari e sportelli

NEWSLETTER
Iscriviti
X