Ubs: donne, serve più coinvolgimento nella pianificazione finanziaria

A
A
A
di Luca Spoldi 8 Marzo 2019 | 11:15

Quanto sono coinvolte le donne nelle decisioni finanziarie?

8 marzo, festa della donna, ma qual è il livello e la soddisfazione delle donne rispetto al loro coinvolgimento finanziario? Un report globale di Ubs sugli Hnwi, Ubs Investor Watch, ha rivelato che la maggior parte delle donne (58%) in tutto il mondo delega al marito le decisioni finanziarie di lungo termine, nonostante la ricerca di uguaglianza in altre aree della vita.

Responsabili della spesa quotidiana

Sempre a livello globale, l’85% delle donne assume una responsabilità piena o la condivide in modo uguale con il coniuge quando si tratta di gestire le spese quotidiane. Tuttavia, meno di un quarto (23%) delle donne sposate si occupa di pianificazione finanziaria a lungo termine, come investimenti e assicurazioni.

Poco presenti nella pianificazione a lungo termine

Paolo Federici, Ubs Gwm Market Head Italy, ha così commentato la situazione italiana: “Questa tendenza si rispecchia in Italia, dove una grande maggioranza delle donne sposate (89%) e con disponibilità finanziarie elevate interviene in prima persona o condivide la responsabilità in modo uguale con il coniuge quando si tratta di spese quotidiane”.

In Italia meno di 3 donne sposate su 10 prende l’iniziativa

Quando si tratta però di prendere decisioni a lungo termine, meno di tre donne sposate su dieci prendono l’iniziativa: “per assumere un ruolo più attivo anche sugli investimenti e pianificare correttamente il loro futuro, le donne hanno necessità di comprendere più a fondo il quadro generale e la propria situazione finanziaria”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Caro consulente, ti vorrei parlare di più

Ubs: Federici dopo Innocenzi a capo del Wealth Management in Italia

Fondi, balzo di Federici in Fidelity

NEWSLETTER
Iscriviti
X