Fisco, controllo incrociato nel risparmiometro

A
A
A
di Redazione 13 Maggio 2019 | 11:43


Contenuto tratto da www.bluerating.com

La lotta all’evasione passerà attraverso il controllo dei conti correnti. L’Agenzia delle Entrate metterà a punto delle liste selettive di contribuenti, in base alle risultanze presenti nella Anagrafe Tributaria introdotta nel 2011 dal Decreto Salva-Italia. L’ok del Garante della Privacy, dunque, darà il via a quello che Milano Finanza ha definito Il “Grande Fratello Fiscale”. Ogni contribuente sarà monitorato con riferimento alla sua situazione patrimoniale: dai conti correnti ai depositi, dalle azioni alle obbligazioni, dalle quote di fondi comune alle polizze Vita a contenuto finanziario.

Il cuore dell’anagrafe tributaria è l’Archivio Rapporti, un database che censisce oltre 900 milioni di rapporti di natura finanziaria. Uno strumento potente a disposizione degli uomini dell’Agenzia delle Entrate e dei militari della Guardia di Finanza, per individuare tutti quei soggetti che presentano una situazione patrimoniale non compatibile con la dichiarazione dei redditi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X