Nuovo tentativo di phighing ai danni dei clienti Fineco

A
A
A
di Luca Spoldi 25 Giugno 2019 | 11:49

Nuovo tentativo di phighing online

La fantasia dei truffatori online non conosce limiti. L’ultimo esempio di “phishing” (tentativo di carpire informazioni e dati sensibili) riguarda FinecoBank. Una finta mail segnala infatti agli utenti della banca diretta guidata da Alessandro Foti che “lei ha un accredito in sospeso di EURO 232,66 ma non siamo in grado di effettuare questa operazioni perche i dati indicati non ci risultano corretti”.

Un fantomatico accredito su FinecoBank

Dopo aver “allettato” la vittima con la prospettiva di un fantomatico accredito in sospeso non si sa bene proveniente da chi, segue il tentativo di estorcere i dati sensibili: “La preghiamo di aggiornare la sue informazioni nell’arco di 24 ore, altrimenti, abbiamo l obbligo di disparre un operazione inversa chiedendo che l ordine di pagamento sia revocato e che quindi la somma disposta ritorni al mittente”.

Sgrammaticature e strani mittenti

A parte l’evidente sgrammaticatura del testo, se ci si sofferma a guardare l’indirizzo del presunto mittente si scopre che dietro la visualizzazione “Fineco” si nasconde un indirizzo, “info(at)thehillofstrings.it” che tutto può essere meno che appartenente al gruppo FinecoBank. Anche l’oggetto della mail, del resto, dovrebbe balzare agli occhi per lo stile non propriamente istituzionale: “Hai un rimborso non pagato!”. Avete mai visto una banca che fa uso di punti esclamativi per ricordarvi di procedere con una qualche operazione?

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fineco, la nuova frontiera è la cyborg advisory

Fineco, la raccolta batte il 5

Widiba, da Sanpaolo Invest un nuovo asso per la rete

NEWSLETTER
Iscriviti
X