Intesa Sanpaolo investe nell’equity crowdfunding

A
A
A
di Luca Spoldi 26 Giugno 2019 | 11:46

Intesa Sanpaolo entra in BacktoWork24

Il gruppo Intesa Sanpaolo ha investito nel capitale di BacktoWork24, hub italiano di equity crowdfunding gestore dell’omonimo portale online per la raccolta di capitali di rischio in startup e Pmi oltre che per progetti di real estate. L’investimento di Intesa Sanpaolo, precisa una nota, è stato realizzato attraverso Neva Finventures, fondo di corporate venture capital da 100 milioni di euro dedicato a startup fintech che fa capo a Intesa Sanpaolo Innovation Center, guidato da Maurizio Montagnese.

Obiettivo: sviluppare i volumi di raccolta

Situato al 31esimo piano del grattacielo Intesa Sanpaolo di Torino, l’Innovation Center in questi anni ha già selezionato 1.200 startup accompagnandole all’incontro di oltre 10 mila potenziali investitori, imprese e altri attori dell’ecosistema dell’innovazione. Grazie ai fondi ottenuti, BacktoWork24 sosterrà lo sviluppo del proprio piano industriale, con l’obiettivo di aumentare ulteriormente i volumi di raccolta a favore delle imprese.

Montagnese: vogliamo osservare da vicino equity crowdfunding

Commentando la notizia Montagnese ha sottolineato come l’investimento in BacktoWork24 consentirà al gruppo Intesa Sanpaolo “di osservare da vicino le dinamiche del mercato dell’equity crowdfunding e di sviluppare progettualità finalizzate ad arricchire e completare la gamma di soluzioni a disposizione delle startup”. Da parte sua Alberto Bassi, co-founder e Ceo di BacktoWork24, si è detto orgoglioso “che Neva Finventures abbia scelto la nostra piattaforma per entrare nel mondo del crowdfunding” dichiarandosi pronto “ad esplorare nuove forme di collaborazione col gruppo Intesa Sanpaolo a sostegno della crescita delle Pmi e startup italiane”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X