Che succede se ereditate una casa con mutuo da pagare?

A
A
A
di Luca Spoldi 26 Febbraio 2020 | 13:13

Successione e mutui: come fuziona

E’ una situazione in cui nessuno spera mai di trovarsi. Ma cosa succede se il vostro coniuge o genitore o altro congiunto viene a mancare dopo aver acceso un mutuo sulla casa di proprietà? Secondo le norme sulla successione, se il de cuius (la persona deceduta) possedeva un immobile gravato da mutuo, il pagamento delle rate residue passa ai suoi eredi. L’istituto di credito, per vedere in ogni caso vedere soddisfatto il proprio credito, provvederà nel caso a contattare gli eredi conosciuti chiedendo loro, allo stesso tempo, di rintracciare eventuali eredi non conosciuti.

Il caso di mutui con polizza caso morte

Sempre più frequentemente, tuttavia, al contratto di mutuo casa viene collegata un’assicurazione “caso morte” dell’intestatario del mutuo. Questa tipologia di polizza tutela sia l’istituto di credito, sia il cliente/erede dall’impossibilità di saldare le rate ancora dovute, appunto, al momento del decesso. Se tale polizza è stata stipulata (solitamente in contemporanea con la stipula del mutuo) gli eredi non avranno più l’obbligo di dover saldare i conti con la banca, dato che questa si rivarrà sull’assicurazione.

Quando il mutuo non è coperto da polizze

Se invece il mutuo non fosse coperto da questa tipologia di polizza assicurativa sarebbero gli eredi a dover gestire il pagamento delle rate, fino alla scadenza naturale del contratto di mutuo. Nel caso fossero impossibilitati, potrebbero decidere di non accettare l’eredità. Rifiutando l’eredità si può infatti evitare di pagare le rate del mutuo, lasciando che l’istituto di credito pignori l’immobile, lo metta all’asta e rientri del credito grazie al ricavato della vendita. Eventuali ricavati superiori al credito residuo vantato dall’istituto verrebbero a quel punto accreditati agli eredi.

Gli eredi possono accollarsi il mutuo o riscriverlo

Quando invece l’eredità viene accettata, gli eredi diventano i nuovi intestatari dell’immobile accollandosi, in proporzione alla propria posizione nell’asse ereditario, il pagamento delle rate residue. Sarà ovviamente necessario, in questo caso, riscrivere sia l’ipoteca sull’immobile sia il mutuo stesso, dato che tango gli intestatari quanto l’importo da rimborsare (pari alle rate residue) sono mutati. In alternativa si può optare per la stipula di un atto di accollo del mutuo, che permette agli eredi di subentrare direttamente al pagamento del mutuo esistente.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X