Helicopter money: chi l’ha inventato e come funziona

A
A
A
di Luca Spoldi 18 Marzo 2020 | 11:21

Helicopter money, il termine si deve a Friedman

Si parla molto in questi giorni di “helicopter money”, ma di cosa si tratta esattamente? Il termine venne coniato dall’economista (premio Nobel nel 1976) Milton Friedman che utilizzò la figura del denaro gettato da un elicottero per illustrare gli effetti delle politiche di espansione della base monetaria.

Citato molte volte negli ultimi 20 anni

Il concetto è stato poi riproposto come possibile politica monetaria nei primi anni del ventunesimo secolo dopo il “decennio perduto” in Giappone (al fase di stagnazione registratasi tra il 1991 e il 2000 a seguito dello scoppio della bolla speculativa del 1991). Nel novembre 2002, l’allora membro del board (successivamente presidente) della Federal Reserve, Ben Bernanke, suggerì che una politica di “helicopter money” avrebbe potuto essere utilizzata per prevenire la deflazione.

Denaro nelle tasche dei cittadini

Nel concreto quella del “helicopter money” è una politica monetaria non convenzionale a volte vista come alternativa ad un allentamento quantitativo (quantitative easing) che prevede che le banche centrali paghino direttamente i cittadini o comunque varino politiche di “monetizzazione del deficit” (ad esempio l’acquisto, più o meno limitato, di titoli di stato senza cedole emesse dai singoli Tesori nazionali) nel tentativo di produrre uno shock tale da modificare al rialzo le aspettative su inflazione e crescita nominale del Pil.

Anche la Germania stavolta non dice no

Proprio per questo motivo la Germania, che dopo la dolorosa esperienza dell’iperinflazione di esattamente un secolo fa è il più deciso custode dell’ortodossia monetaria, si è sempre opposta a ogni ipotesi di monetizzazione del debito e quindi di “helicopter money”. Ma ora la pandemia ha già portato Berlino ad annunciare un piano di aiuti straordinario da 550 miliardi, la Commissione Ue a considerare ammissibili gli aiuti di stato a imprese a rischio come le compagnie aeree e gli Usa ad annunciare a loro volta un piano di aiuti da complessivi 1.200 miliardi (compresi pagamenti diretti diretti di 1.000 dollari o più agli americani entro due settimane). E il denaro inizia a piovere dall’elicottero: a breve la verifica dei risultati più o meno validi dell’esperimento.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Analisi/Aspettando che l’helicopter money spicchi il volo

FED, sotto attacco dai repubblicani

Bernanke: rischio deflazione

NEWSLETTER
Iscriviti
X