Inps.it offline, attacco hacker o troppi accessi per il bonus?

A
A
A
di Luca Spoldi 1 Aprile 2020 | 17:15

Inps, il sito va in crash in poche ore

Come non detto: il “non-click-day” dell’Inps per richiedere il bonus da 600 euro si blocca poco dopo l’avvio. Il sito, anche a causa dell’attacco di fantomatici “hacker” denunciati in un’intervista dal presidente dell’ente, Pasquale Tridico (ipotesi che però non convince IlSole24Ore) è andato in crash dopo una nottata “apparentemente” tranquilla in cui sarebbero già pervenute regolarmente 300 mila domande circa per ottenere il bonus per le partite Iva, gli autonomi e i Cococo previsto per il mese di marzo (600 euro, che in aprile potrebbero salire a 800).

Bonus 600 euro, tutti potranno presentare domanda

Chi ha provato dalla mattinata fino alle 17.00 circa a collegarsi a Inps.it ha trovato il seguente annuncio: “Al fine di consentire una migliore e più efficace canalizzazione delle richieste di servizio, il sito è temporaneamente non disponibile. Si assicura che tutti gli aventi diritto potranno utilmente presentare la domanda per l’ottenimento delle prestazioni”. Una precisazione poi rimossa dopo le 17.00 col ritorno alla normalità e che ha tentato una volta per tutte di smentire che le domande saranno accolte solo fino a esaurimento di risorse che potrebbero non bastare per tutti.

Sole24Ore: un flop clamoroso

Se IlSole24Ore parla senza mezzi termini di “flop clamoroso” (ma forse non così inaspettato), il garante della privacy (in prorogatio dal giugno dello scorso anno), Antonello Soro, ha espresso preoccupazione annunciando primi accertamenti “per verificare se possa essersi trattato di un problema legato alla progettazione del sistema, o se si tratti invece di una problematica di portata più ampia”. Per Soro l’importante era che Inps mettesse in sicurezza i dati degli utenti e così è stato fatto con la chiusura per alcune ore del portale e la pubblicazione dell’avviso di cui sopra.

Pin può essere richiesto al contact center

Alcuni esperti ipotizzano che possa essersi trattato non di un cyberattacco, ma più banalmente di un problema di cache legato al tentativo di un numero troppo elevato di utenti di collegarsi effettuando il login col Pin. Per richiedere il quale, se ancora non lo avete, potete sempre chiamare il Contact Center, raggiungibile componendo da telefono fisso il numero gratuito 803164 ovvero da cellulare il numero 06 164164, a pagamento in base alla tariffa del vostro gestore mobile. Sempre che riusciate a parlare con un operatore, visto che i centralini sono al momento intasati.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bonus 600 euro, Inps: i fondi non sono ancora esauriti

La crisi da Covid-19 genera un’ondata di nuovi poveri

Bonus 600 euro, Catalfo conferma: accrediti entro venerdì

NEWSLETTER
Iscriviti
X