Creacasa e Credemleasing: al via la prima offerta di leasing abitativo

A
A
A
di Redazione 4 Aprile 2017 | 10:16

Acquistare la prima casa in leasing, proprio come si farebbe con un’automobile. È questa l’opportunità offerta dalle società del Gruppo Credem Creacasa, guidata dal direttore generale Lorenzo Montanari con il vicedirettore Giandomenico Carullo e Credemleasing, diretta dall’amministratore delegato Maurizio Giglioli. Da alcune settimane infatti Creacasa, attraverso la rete dei suoi 260 subagenti, distribuisce in esclusiva per il Gruppo Credem il prodotto leasing immobiliare abitativo, realizzato da Credemleasing S.p.A. L’obiettivo è erogare 40 milioni di euro di tale tipologia di finanziamento entro fine 2017.

In accordo con quanto previsto dalla Legge di Stabilità 2016, il leasing abitativo prima casa consegna al mercato immobiliare un nuovo strumento per l’acquisizione delle abitazioni. L’obiettivo è offrire ai giovani una soluzione alternativa rispetto alla tradizionale mutuo ipotecario con un maggior beneficio fiscale e minori imposte al momento della stipula. In particolare, il nuovo prodotto presenta vantaggi per quanto riguarda la determinazione dell’imposta sui redditi (IRPEF) sulla clientela con età inferiore a 35 anni ed un reddito inferiore a 55 mila euro. E’ infatti possibile detrarre dall’IRPEF il 19% dell’importo dei canoni e dei relativi oneri accessori fino ad un ammontare pari a 8 mila euro per ogni periodo d’imposta ed il 19% del prezzo di riscatto, in caso di esercizio dell’opzione alla scadenza del contratto, fino ad un ammontare non superiore a 20 mila euro. Inoltre, l’anticipo minimo richiesto è pari al 15% del valore dell’immobile da acquistare, condizione che di fatto elimina l’ostacolo costituito dalla richiesta di mezzi propri pari al 40-50% del valore dell’immobile generalmente prevista dal mutuo.

“Il leasing abitativo prima casa”, ha commentato Maurizio Giglioli, amministratore delegato di Credemleasing e Vice Presidente Assilea, “rappresenta un’opportunità unica per i giovani in possesso di un’occupazione e di un reddito per accedere all’acquisto della prima abitazione. Inoltre, essendo un momento chiave nella vita di ciascuna persona credo richieda una particolare cura da parte di banche e società di leasing. Da una prima indagine sulla domanda del leasing abitativo effettuata da Assilea”, ha aggiunto Giglioli, “emerge che i richiedenti hanno un’età media di 38 anni e il taglio delle operazioni si attesta sui 200 mila euro. Sono numeri che ci portano a dichiarare un obiettivo di erogato pari a 40 mln per il 2017, da raggiungere in sinergia con Creacasa e con una stretta collaborazione con la sua rete di distribuzione”, ha concluso Giglioli.

“Negli ultimi anni l’acquisto della prima casa ha rappresentato spesso una difficoltà per il mondo giovanile ed un freno alla ripresa del mercato immobiliare”, ha dichiarato Lorenzo Montanari, direttore generale di Creacasa. “La nostra”, ha proseguito Montanari, “è una proposta che risponde alle esigenze delle generazioni più giovani e punta a ridare slancio al mercato immobiliare riducendo le principali barriere di accesso. Oltre ai vantaggi fiscali previsti dalla legge ed alla possibilità di finanziare IVA e spese notarili nell’operazione, il prodotto presenta anche un altro punto di forza ovvero il tasso fisso che offre la certezza di un canone mensile che non cambia durante tutto il periodo del finanziamento”, ha concluso Montanari.

Maggiori dettagli sono disponibili sui siti www.credemleasing.it e www.creacasa.it. Inoltre, attraverso la funzione “geolocalizzazione attiva sulla app e sul sito Creacasa” ogni cliente potrà contattare l’agente Creacasa di zona anche con sistemi di chat (Whatsapp) e videochiamata (Facetime, Skype).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X