Iva: sull’ipotesi dell’aumento il Codacons prepara una class action

A
A
A
di Redazione 10 Giugno 2013 | 09:40

Sta circolando l’ipotesi di un aumento di mezzo punto anziché di uno, accompagnato da una rimodulazione dei panieri, così che alcuni beni di largo consumo sfuggano al rincaro


CLASS ACTION – Il Codacons sul piede di guerra. Al posto dell’aumento dell’Iva di un punto, sta circolando l’ipotesi di un aumento di mezzo punto accompagnato da una rimodulazione dei panieri, così che alcuni beni di largo consumo sfuggano al rincaro. Ma l’associazione dei consumatori non ci sta e, come fa sapere Help Consumatori, promette un’azione collettiva contro il governo se non sarà bloccato il balzello.

L’AUMENTO – Intanto il Codacons ricorda che l’aumento dell’Iva al 22% determinerà un incremento di spesa di 209 euro in un anno per una famiglia composta da tre persone, con effetti negativi sull’inflazione, che salirà di 0,64 punti percentuali. È fortemente sbagliato far ricadere il prezzo di tale situazione negativa sui cittadini attraverso una maggiore tassazione dei consumi”, ha commentato Carlo Rienzi, presidente del Codacons. “Se l’esecutivo guidato da Letta non bloccherà il prossimo aumento dell’Iva, avvieremo una azione collettiva contro il Governo per conto di consumatori e imprese danneggiati dall’incremento dell’aliquota”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti