Canone Rai 2016, nessun distacco della luce in caso di mancato pagamento

A
A
A
di Redazione 4 Marzo 2016 | 09:16

Ecco quello che serve sapere: dagli arretrati non pagati, al cambio di società elettrica.

Ultimi dettagli per quanto riguarda il decreto attuativo per il pagamento del canone tv in bolletta. Ecco quello che serve sapere: dagli arretrati non pagati al cambio di società elettrica.

NO DUPLICAZIONE – Il vecchio bollettino Rai era intestato a un membro della famiglia diverso da quello che ha sottoscritto il contratto di fornitura elettrica e si possiedono seconde case? Niente paura. Non c’è alcun rischio di duplicazione del canone Rai. Questo perché i vecchi bollettini Rai non verranno più presi in considerazione, a fare fede sarà esclusivamente l’intestazione del contratto della luce solo per le abitazioni principali dove il contribuente ha fissato la propria residenza. E a quanto pare non bisogna preoccuparsi, in quanto ai fornitori di energia risulta sempre quando la bolletta è collegata al luogo di residenza effettiva.

NESSUN DISTACCO DELLA LUCE – In caso di arretrati non pagati, il recupero dell’evasione sarà a carico dell’Agenzia delle Entrate. Il fornitore dovrà fare solo un sollecito in via bonaria e non ci sarà distacco della luce in caso di mancato pagamento. Gli arretrati possono essere al massimo quelli degli ultimi 10 anni e in caso di pagamento parziale della bolletta la priorità andrà al saldo della quota per l’energia elettrica.

CAMBIO FORNITORE ELETTRICO – Il Ministero ha spiegato che il nuovo fornitore non è tenuto a conoscere il vissuto del nuovo cliente, quindi gli addebiterà le rate corrispondenti al periodo dal momento in cui ha stipulato il nuovo contratto.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Criptoinvestitori, il fisco vi osserva

Fisco, tutte le novità del decreto per i consulenti

NEWSLETTER
Iscriviti
X