730, le Entrate danno più tempo per l’invio delle spese mediche

A
A
A
di Redazione 22 Gennaio 2016 | 14:54

La proroga – si legge nel comunicato dell’Agenzia – non impatterà minimamente con il calendario della campagna dichiarativa 2016

L'Agenzia delle Entrate ha deciso di concedere più tempo per l'invio dei dati sulle spese sanitarie al Sistema Tessera Sanitaria, facendo slittare il termine del 31 gennaio al 9 febbraio 2016. 

LO SLITTAMENTO – "La proroga – si legge nel comunicato dell’Agenzia – non impatterà minimamente con il calendario della campagna dichiarativa 2016". A essere interessati dalla proroga sono i medici, le farmacie, le strutture sanitarie, eccetera: tutti gli operatori a cui è stato chiesto di trasmettere i dati relativi alle spese sanitarie dei contribuenti. L’estensione del termine va incontro alle esigenze rappresentate dagli Ordini professionali e dalle associazioni di categoria.

730 PRECOMPILATO – Oltre alla proroga relativa alla comunicazione dei dati sanitari, l’Agenzia ha deciso di posticipare al 9 marzo il termine entro il quale i contribuenti potranno comunicare alle Entrate il proprio rifiuto all’utilizzo delle spese mediche sostenute nel 2015 per l’elaborazione del 730 precompilato, non alterando il sistema di tutela della privacy approvato. I contribuenti possono infatti esercitare l’opposizione direttamente all’Agenzia fino al 31 gennaio oppure accedendo direttamente all’area autenticata del sito web del Sistema tessera sanitaria e dal 10 febbraio al 9 marzo 2016.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Tasse e ancora tasse: tutte le scadenze dell’estate

Giugno di fuoco: ecco tutte le scadenze fiscali del mese

Dall’Iva al 730, tutte le scadenze fiscali di aprile

NEWSLETTER
Iscriviti
X