Certificati di obbligazioni Liquigas? Roba per collezionisti

A
A
A
di Redazione 11 Dicembre 2015 | 10:33

Speranze vane di ricevere un rimborso degno di questo nome per la madre di tutti i default agli albori degli anni ’80. Per chi si accontenta…

Domanda. Ho trovato dei certificati di obbligazioni Liquigas. Valgono ancora qualcosa?
 
Risposta. Il lettore fa riferimento a un default vecchio di trentacinque anni. Liquigas fu posta amministrazione straordinaria il 30 aprile del 1980 e poi fu messa in liquidazione. Le obbligazioni, non godendo di privilegio, sono crediti chirografari per i quali sono stati stabiliti otto riparti parziali per un totale dell'8,55%. Ogni riparto deve essere comunicato direttamente agli interessati con lettera raccomandata, mentre per i bond al portatore vanno pubblicati avvisi sulla Gazzetta Ufficiale e sui maggiori quotidiani nazionali. C’è anche un indirizzo mail per contattare l'Organismo liquidatore: [email protected]  Come si vede aspettative minime o quasi nulle di rimborso. Unico alternativa per ricavarne qualcosa è il valore di tali certificati, comunque non elevato, per collezionismo.
 
Sportello Credito, Risparmio & Assicurazioni è una rubrica riservata alle domande dei lettori in materia di investimenti finanziari, servizi bancari e assicurativi. Le domande vanno inoltrate al seguente indirizzo di posta elettronica: [email protected]

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche fallite, il fondo di garanzia non paga il depositante che ha ricevuto interessi troppo alti

Ti hanno lasciato un’eredità? Per saperlo consulta il Registro dei testamenti

La fiscalità di chi opera in strumenti finanziari su un conto titoli all’estero

NEWSLETTER
Iscriviti
X