Tasse universitarie, le 4 categorie esonerate

A
A
A
di Redazione 29 Luglio 2015 | 08:38

Come fare a capire se in qualche modo è possibile ottenere un’esenzione dalle tasse universitarie? Lo spiega Studenti.it in una guida dedicata al tema

ESONERO TASSE UNIVERSITARIE – Come fare a capire se in qualche modo è possibile ottenere un’esenzione dalle tasse universitarie? Lo spiega Studenti.it in una guida dedicata al tema, con la raccomandazione di consultare per una conferma e per maggiori chiarimenti l'università presso voi o i vostri figli siete iscritti, dal momento che i requisiti specifici variano da ateneo ad ateneo.
 
ESONERO PER MERITO – Rientrano in questa categoria sia i beneficiari delle borse di studio sia quanti conseguono annualmente tutti i crediti previsti dal piano di studi o che concludono gli studi entro i termini previsti dai rispettivi ordinamenti. Inoltre alcune università prevedono l’esenzione, parziale o totale, dalle tasse universitarie per il voto di maturità (per esempio in alcuni atenei coloro che hanno preso 100 all’Esame di Stato sono esonerati dal pagare la tassa d’iscrizione).
 
ESONERO PER REDDITO – Anche in questo caso è possibile rientrare nella categoria delle borse di studio. Diversamente ogni università stabilisce, mediante apposite tabelle pubblicate sui siti dei singoli atenei, quali sono le esenzioni, parziali o totali, a cui determinate fasce di reddito hanno diritto.
 
INVALIDITA' – Per questo particolare tipo di esenzione, occorre un’invalidità riconosciuta pari o superiore al 66%. Possono inoltre essere concessi esoneri, totali o parziali, a discrezione delle singole università, a chi non raggiunge questa percentuale.
 
ESONERO PER CHI LAVORA – Infine in alcuni atenei anche gli studenti che svolgono un’attività lavorativa dipendente o autonoma possono avere diritto a un esonero parziale dal pagamento delle tasse.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X