Va allo sportello per prelevare il contante ma la banca  rifiuta commettendo un abuso. Ecco perché…

A
A
A
di Marco Muffato 13 Aprile 2015 | 09:24

Sono sempre più diffusi i dinieghi o comunque le discussioni per prelevare denaro negli istituti di credito. Il pretesto sono le norme del Governo sul tema ma una richiesta di prelievo non concretizza automaticamente una violazione di legge

DOMANDA. Mi sono recato in banca per prelevare alcune migliaia di euro dal mio conto corrente. Sono riuscito a prelevare solo dopo una lunga discussione perché volevano negarmi tale possibilità perché potevo essere soggetto a controlli del fisco. A me pare assurdo e un abuso
G.D., Roma

RISPOSTA. Il lettore ha ragione. Non è normale un comportamento del genere, specie in relazione a operazioni in cui si versa o preleva denaro contante. Ma purtroppo non rappresenta un caso isolato. Anzi comportamento analoghi di altri istituti di credito si sono diffusi al punto tale che il 4 novembre 2011 il Dipartimento del Tesoro del Ministero dell'Economia e delle Finanze ha dovuto emanare una circolare esplicativa sul tema nella quale si evidenzia che il Governo con il Decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201 conversione in legge 22 dicembre 2011, n. 214, il cosiddetto Decreto Salva Italia, aveva unicamente abbassato a mille euro la soglia rilevante ai fini dell’uso di denaro contante, libretti e titoli al portatore riguardo i trasferimenti tra privati e ha ribadito che le operazioni di prelievo e/o di versamento di denaro contante richieste da un cliente non concretizzano automaticamente una violazione della legge e quindi non comportano l'obbligo di effettuare la comunicazione al Ministero dell’Economia e delle Finanze. Tale comunicazione è obbligatoria solo qualora concreti elementi inducano a ritenere violata la disposizione normativa. I clienti possono opporsi insistendo e pretendendo di effettuare l'operazione. E di fare una serena valutazione se vale la pena continuare a essere cliente di una banca che crea problemi inesistenti.

Sportello Credito, Risparmio & Assicurazioni è una rubrica riservata alle domande dei lettori in materia di investimenti finanziari, servizi bancari e assicurativi. Le domande vanno inoltrate al seguente indirizzo di posta elettronica: [email protected]

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche fallite, il fondo di garanzia non paga il depositante che ha ricevuto interessi troppo alti

Ti hanno lasciato un’eredità? Per saperlo consulta il Registro dei testamenti

La fiscalità di chi opera in strumenti finanziari su un conto titoli all’estero

NEWSLETTER
Iscriviti
X