Canone Rai in bolletta, il giallo degli arretrati

A
A
A
di Redazione 3 Febbraio 2016 | 09:09

Molti contribuenti che negli anni scorsi non hanno versato il canone temono di dover pagare gli arretrati con relative sanzioni.

Quest'anno il canone Rai verrà inserito in bolletta e molti contribuenti che negli anni precedenti non l’hanno versato temono di dover pagare gli arretrati con relative sanzioni. Molti sono i siti che stanno creando allarmismo al riguardo, sostenendo che per quei contribuenti che negli anni passati non hanno pagato il canone Rai saranno previste sanzioni pari al canone quintuplicato per i precedenti 10 anni (poiché per anni antecedenti il canone cadrebbe in prescrizione). Sul sito dedicato al canone Rai non ci sono spiegazioni al riguardo. 

Lo scorso ottobre, in occasione della presentazione di una delle prime bozze della Legge di Stabilità 2016, il sottosegretario Giacomelli, pur affermando che le novità non consistono in un condono per l’evasione negli anni passati per chi non ha pagato il canone, aveva dichiarato: “Purtroppo non succede niente, non perché ci sia un condono, ma perché l’utente avrebbe buon gioco a dire che ha acquistato solo ora il televisore”. E’ lo stesso sottosegretario, quindi, ad affermare che non sarà possibile spingere gli evasori al pagamento degli anni arretrati. Inoltre la presunzione del possesso o la detenzione del televisore partirà soltanto dal 2016: per gli anni passati non sarà possibile, quindi, presumere che un contribuente abbia posseduto o detenuto un apparecchio televisivo. Sul sito dell’Aduc, tra l’altro, in risposta ad un lettore che chiedeva un chiarimento in merito agli arretrati, la risposta è che, ovviamente, andrebbero pagati anche gli anni passati “ma la Pubblica amministrazione dovrebbe dimostrare che anche durante quegli anni lei aveva un apparecchio atto o adattabile”. Come potrebbe fare, dunque, l’amministrazione a presumere il possesso o la detenzione del televisore? Uno dei modi potrebbe essere tramite l’incrocio dei dati con un gestore ADSL o con uno delle società che eroga servizi di Pay Tv: se si ha un abbonamento con Sky, per esempio, non sarà possibile negare di aver posseduto un apparecchio Tv.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X