Inps: dal 1°gennaio aumentano i contributi per la gestione separata

A
A
A
di Ettore Mieli 8 Gennaio 2015 | 09:10

Da quest’anno aumenta l'aliquota dei contributi da pagare per gli iscritti alla gestione separata Inps. Ecco i nuovi importi e quanto si dovrà pagare.

Non è una buona notizia per chi ha aperto una gestione separata presso l’Inps. A partire dal 1° gennaio 2015, infatti, aumenta l’importo delle aliquote dei contributi da pagare per gli iscritti alla gestione separata Inps.

CHI COLPISCE – E i rincari colpiranno tutti: dai professionisti, ai collaboratori a progetto, ai lavoratori autonomi. La gestione separata Inps è in pratica un fondo pensionistico, finanziato con i contributi previdenziali obbligatori dei lavoratori assicurati, creato dalla Legge 335/95 (art. 2, c. 26) di riforma del sistema pensionistico, anche nota come riforma Dini. Scopo della riforma pensionistica era, fra gli altri, quello di assicurare la tutela previdenziale a categorie di lavoratori fino ad allora escluse.

L’IMPORTO – Dopo l’aumento arrivato lo scorso primo gennaio, i lavoratori autonomi iscritti in via esclusiva alla gestione separata Inps dovranno affrontare l’ennesimo rincaro dell’aliquota contributiva. A partire dal 2015 infatti le aliquote saliranno al 30,75% e al 24,5%.

LE ALIQUOTE NUOVE – Nello specifico, dal 1°gennaio le aliquote saranno così suddivise:
– Aliquota contributiva al 30,75%: i lavoratori autonomi professionisti senza cassa, collaboratori a progetto co.co.pro. o collaboratori coordinati e continuativi co.co.co., associati in partecipazione, ecc.
– Aliquota contributiva al 24,5%: per i soggetti iscritti ad altre forme di previdenza oppure pensionati.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X