Paradisi fiscali: accordo tra Italia e San Marino

A
A
A
di Ettore Mieli 24 Settembre 2014 | 09:06

È stata approvata definitivamente alla Camera la Convenzione in materia di collaborazione finanziaria tra i due Paesi


L’ACCORDO – Impegno comune contro il riciclaggio di denaro criminale, controllo dei movimenti transfrontalieri di contante e piena collaborazione sulla vigilanza nel settore bancario, assicurativo e finanziario. Questi i punti principali contenuti nella Convenzione in materia di collaborazione finanziaria votata definitivamente ieri dalla Camera. Insomma, basta guerra fiscale tra Italia e San Marino, quest’ultima addirittura messa in black list dal nostro Paese.

MEMORANDUM – Ora a sancire una equiparazione definitiva ai Paesi non Ue serve solo l'approvazione del cosiddetto "Memorandum", cui stanno lavorando Bankitalia e l'omologo istituto sammarinese: a quel punto le banche basate a San Marino potranno operare in Italia come qualsiasi altro istituto di credito extra Ue. La convenzione votata ieri dall'Aula della Camera impone ai due Stati di cooperare al fine di “tutelare la stabilità, l'integrità e la trasparenza dei sistemi finanziari” anche “mediante lo scambio di informazioni riservate e lo svolgimento di accertamenti ispettivi diretti” sulla base di accordi specifici tra l'Agenzia per l'informazione finanziaria di San Marino e l'Unità di informazioni finanziaria italiana.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X