Nuda proprietà: come funziona e quali sono i vantaggi

A
A
A
di Andrea Barzagni 21 Luglio 2014 | 07:03

Pochi anni fa era una soluzione adottata solo dalle coppie anziane, mentre oggi sempre più consumatori decidono di acquistare una casa in nuda proprietà.

Con la crisi che imperversa sul nostro paese, sono milioni gli Italiani che faticano ad acquistare casa. Per procedere ad un acquisto di tale portata è indispensabile trovare un mutuo ad un tasso conveniente, in modo da realizzare i nostri progetti senza buttare troppi soldi in interessi. Fortunatamente, un modo per individuare il mutuo che meglio risponda alle proprie esigenze esiste: si tratta del confronto delle tariffe, una delle armi migliori a disposizione dei consumatori. Vagliando le varie offerte presenti sul mercato e le diverse tipologie di mutuo, trovare quello che sia più in linea con il nostro profilo sarà senz’altro possibile. Se ad esempio si avesse dimestichezza con internet e si volessero massimizzare i risparmi, scegliere un mutuo online conveniente è sicuramente la soluzione più adatta, dal momento che questi presentano condizioni solitamente più vantaggiose di quelli tradizionali. Se invece si preferisse la sicurezza data da una persona fisica a cui poter chiedere delucidazioni e chiarimenti, optare per un mutuo tradizionale da stipulare presso una filiale dell’istituto prescelto è probabilmente meglio.

Quando si tratta di acquistare casa, secondo un rapporto dell’Agenzia delle Entrate sempre più Italiani optano per la formula della nuda proprietà: l’anno scorso ci sono stati infatti circa 21 mila contratti di questo tipo, molto più numerosi rispetto agli anni precedenti. Il motivo è sicuramente la crisi economica, la quale ha messo le famiglie italiane nella condizione di necessitare di liquidità.  Ecco perchè a questo tipo di contratto si sono dunque avvicinati utenti con profili diversi dalle classiche coppie anziane, un tempo l’unica categoria a servirsene.  Molte giovani coppie infatti hanno iniziato a ricorrere alla nuda proprietà per risollevare la propria situazione finanziaria, spesso messa a dura prova dalla crisi.

Il valore di un’immobile in nuda proprietà viene calcolato in base a diversi parametri tra cui la sua quotazione e l’età dei proprietari, dal momento che chi la acquista ne entrerà pienamente in possesso solo quando tutti gli usufruttuari saranno deceduti. Se ad esempio un’abitazione viene quotata 100 mila euro e il proprietario ha 71 anni, il valore della nuda proprietà sarà di circa 60 mila euro, mentre i diritti di usufrutto saranno intorno ai 40 mila euro. Appoggiandosi ad agenzie specializzate, è possibile ottenere condizioni più vantaggiose rispetto a quelle stabilite dalle tabelle ministeriali, ma solitamente occorre pagare all’intermediario una provvigione di circa il 4%.

Chi decide di cedere la nuda proprietà della propria abitazione otterrà così una somma considerevole di denaro liquido e manterrà il diritto di rimanervi sino alla propria morte. In questo caso, i costi relativi alle utenze, eventuali spese di condominio, tasse, ecc., restano a carico dell’usufruttuario, il quale si riserva comunque il diritto di affittare l’abitazione finché è in vita.

Chi compra, invece, ha modo di effettuare un valido investimento, magari comprando una casa per i figli a prezzo scontato. Inoltre, per il periodo in cui l’usufruttuario e in vita, non dovrà pagare alcuna tassa o spesa aggiuntiva relativa all’immobile. Lo svantaggio è che si tatta di un investimento a lungo termine,  i cui frutti potranno essere raccolti solo dopo diversi anni.

“In questa fase di mercato, in cui dopo la diminuzione dei prezzi del 10-15% dal 2008, ci si attende una ripresa del mercato, si può aggiungere allo sconto sul prezzo iniziale, anche la presa di beneficio del mercato in ripresa nel medio-lungo periodo – spiega Daniela Percoco, Responsabile Research & Development and Training di Reag (Real Estate Advisory Group) . Quindi i rendimenti di un investimento in un’ottica di medio periodo, potrebbero essere anche a due cifre”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: i prezzi delle case europee segnano la crescita più alta dal 2007

Investimenti: ecco i rendimenti del mercato immobiliare residenziale

Castello Sgr, nuova operazione immobiliare

NEWSLETTER
Iscriviti
X