Le pensioni tra i 1.500 e i 2.000 euro saranno rivalutate fino al 95%

A
A
A
di Redazione 16 Dicembre 2013 | 09:39

Lo prevede un emendamento del relatore Maino Marchi (Pd) alla legge di Stabilità approvato dalla commissione Bilancio della Camera.

PENSIONI RIVALUTATE – Le pensioni tra i 1.500 e i 2.000 euro saranno rivalutate fino al 95%. Lo prevede un emendamento del relatore Maino Marchi (Pd) alla legge di Stabilità approvato ieri dalla commissione Bilancio della Camera. In tema previdenziale il Pd ha anche presentato una proposta di modifica che intende impedire il cumulo tra pensione e incarichi pubblici. Si interviene dunque sul trattamento riservato ai dipendenti pubblici che vanno in pensione e assumono nuovi incarichi.

GLI ESODATI – Nelle proposte di modifica che il governo intende presentare nelle prossime ore è anche previsto un nuovo intervento per favorire i pensionamenti dei cosiddetti lavoratori esodati, rimasti senza trattamento previdenziale per effetto della riforma Monti-Fornero. Secondo le prime anticipazioni si procederà per 20 mila aventi diritto alla pensione nel 2014, rispetto ai 6 mila già previsti nel testo della legge di Stabilità.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenza e previdenza, il nodo dei costi e della trasparenza

Consulenti: monomandatari di nome, ma non di fatto (per Enasarco)

Sistema previdenziale italiano insostenibile (con o senza Covid)

NEWSLETTER
Iscriviti
X