Macché Cayman, in Europa si può evadere legalmente il fisco

A
A
A
di Redazione 23 Maggio 2013 | 08:51

Lo rivela un’inchiesta di Repubblica, secondo cui adesso le società fantasma nascono in Irlanda, in Olanda o in Lussemburgo. Nessuna illegalità: lo ha usato, per esempio, Apple

PARADISI FISCALI – Macché Cayman. Per fare uno sberleffo al fisco, la via è più breve, Basta fermarsi ad Amsterdam o a Dublino. Lo rivela un’inchiesta di Repubblica secondo cui adesso le società fantasma nascono in Irlanda, in Olanda o in Lussemburgo. È un meccanismo pienamente legale, usato da Apple e tanti altri, che sta facendo impazzire Bruxelles, che ora cerca di correre ai ripari.

IL MECCANISMO – Il meccanismo ha le radici ben piantate nel Vecchio continente (Olanda e Irlanda su tutti) ed è formalmente legale. Tanto che gli hanno regalato il nome (a dire il vero un po' da cocktail) di "Double Irish and Dutch sandwich", censito alla luce del sole persino su Wikipedia. Apple – come Google e tanti altri mostri sacri dell'hi-tech – non ha fatto altro che applicarlo alla lettera. Ha aperto una controllata a Dublino cui girare i suoi diritti per le vendite all'estero dove ha parcheggiato gli utili fatti fuori dagli Usa. E attraverso una complessa triangolazione con Amsterdam e il Lussemburgo – sfruttando le agevolazioni fiscali di questi paesi – li ha rese quasi esentasse. Tutto regolare? Norme alla mano sì.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

LIBRARY | Tasse: cos’è la Tasi, chi la paga e perché

Sulle famiglie un carico fiscale annuo di 15.330 euro

Canone Rai, c’è tempo fino al 31 luglio per il versamento o per l’esonero

NEWSLETTER
Iscriviti
X