Da Imu, Iva e Tares stangata per le famiglie italiane da 734 euro a famiglia nel 2013

A
A
A
di Redazione 20 Maggio 2013 | 07:15

A fare i calcoli Federconsumatori, che ha sommato i rincari per goni singola imposta: 45-45 euro per la Tares, 207 euro per l'Iva, 480 euro medi per l'Imu


ALLARME IMPOSTE – Sono tre le novità fiscali per quest’anno: Imu, Iva e Tares. Secondo i calcoli che ha fatto Federconsumatori, tra il possibile aumento Iva del 1° luglio, la scadenza Imu di giugno al netto dell'esclusione della prima casa e quella Tares a dicembre, potrebbe arrivare una batosta 2013 da 734 euro a famiglia. Nella ripartizione per ogni singola imposta si pagherà: 45-45 euro per la Tares, 207 euro per l'Iva, 480 euro medi per l'Imu.

IL POTERE D’ACQUISTO – "Continuare a insistere, come avviene in questi giorni, che ci sarà un nuovo aumento dell'Iva dal 21 al 22% è francamente da irresponsabili". Lo affermano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, presidenti rispettivamente di Federconsumatori e di Adusbef. "Non si è ancora capito che il potere di acquisto delle famiglie, ormai ridotto ai minimi storici, sta determinando un mercato in continua contrazione e recessione, con gravi ripercussioni sia sul benessere delle famiglie stesse che sulle imprese”. E ancora: “In uno scenario simile, aumentare l'Iva avrebbe una ricaduta impressionante e deleteria su un mercato già asfittico, facendo impennare ulteriormente prezzi e tariffe".

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti