Pensioni e lavoro, ecco le modifiche alla legge Fornero a cui il governo sta pensando

A
A
A
di Redazione 15 Maggio 2013 | 08:43

L'esecutivo presieduto da Enrico Letta sta lavorando anche al superamento del precariato e a una revisione del welfare


IN PENSIONE PIÙ GIOVANI – In pensione più giovani, con una revisione della legge Fornero? È possibile. Il governo punta infatti a una revisione delle regole sulla previdenza con la "flessibilizzazione" delle possibilità di uscita dal lavoro "in cambio di penalizzazioni". Lo ha detto il ministro del Lavoro Enrico Giovannini davanti alla relativa commissione del Senato. Il governo starebbe lavorando anche per apportare "modifiche limitate puntuali" alla legge che porta il nome del precedente ministro Fornero "per favorire l'occupazione in questa fase congiunturale".

LE DUE EMERGENZEGiovannini ha detto di voler affidare a un sottosegretario "una forte operazione di semplificazione su aspetti formali, non sostanziali, degli adempimenti burocratici delle imprese su lavoro e previdenza", segnalando che il costo della burocrazia è stimato in 5 miliardi l'anno. Due le emergenze: la cassa in deroga e gli esodati, che il ministero sta quantificando in modo preciso, "e nel caso dei salvaguardati non è semplice". Si lavora a un "superamento del precariato nella pubblica amministrazione, a un fisco amico nell'ambito dei contributi del lavoro e pensionistici, a una revisione del welfare, alla staffetta generazionale e a politiche contro la povertà".

LAVORO AL PRIMO POSTO – Il ministro si è comunque raccomandato: "Bisogna essere estremamente attenti a toccare una riforma che sta finalmente producendo una serie di effetti voluti, perché l'instabilità normativa non è amata dagli investitori. Stiamo lavorando a un pacchetto delle migliori pratiche europee e valutando le proposte che sono state fatte in passato". La staffetta tra giovani e anziani nel lavoro è un intervento costoso, ha concluso il ministro, ma che ha molti vantaggi. Tra cui, appunto, una maggiore occupazione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti