Come risparmiare energia elettrica con le lampadine a basso consumo

A
A
A
di Redazione 2 Maggio 2013 | 07:34

Anche se inizialmente c’era scetticismo verso il risparmio che poteva ottenersi con queste lampade, si può affermare che la sua efficacia è reale. Ecco i risultati dell’indagine di Altroconsumo

IL RISPARMIO – Secondo una recente indagine condotta da Altroconsumo, è possibile risparmiare energia elettrica con le lampadine a basso consumo. Anche se inizialmente c’era scetticismo verso il risparmio che poteva ottenersi con queste lampade, si può affermare che la sua efficacia è reale. Tuttavia, secondo lo studio la durata delle lampadine è elevata, ma inferiore rispetto quanto dichiarato dai produttori. Lo scorso settembre le ultime lampadine a incandescenza (quelle da 25 e 40 watt) sono state ritirate dal commercio, e così le lampadine a basso consumo hanno sostituito quasi del tutto quelle vecchie.

QUALCHE DIFETTO – D’altronde, quando sono usciti i primi modelli di lampadine a basso consumo, molte persone sono rimaste deluse, sopratutto per colpa di certi difetti (colore della luce, lungo tempo di accensione, ecc). Tuttavia, oggi la scelta di lampade a basso consumo è vasta (alogene, led, fluorescenti compatte), e sembra che molti di quelli problemi iniziali siano stati superati.

L’INDAGINE – Per capire se veramente queste lampadine sono in grado di far risparmiare ai consumatori come affermato dai produttori, Altroconsumo ha condotto un’indagine utilizzando 12 lampadine fluorescenti, 7 lampadine alogene a basso consumo e 4 led. Tutto sommato, i risultati dello studio sono positivi. Con le lampadine alogene a basso consumo, che sono le più simili alle vecchie lampadine a incandescenza, è possibile risparmiare un 20-25% di energia.

LA RESA LUMINOSA – Per quanto riguarda l’efficienza a livello di resa luminosa, è stata superiore per le fluorescenti compatte, intanto che è ancora povera per la maggior parte delle alogene e sufficiente per i led. Il principale problema di molte lampade fluorescenti continua ad essere però il lungo tempo di accensione.

LA DURATA – Con rispetto la loro durata, Altroconsumo considera che complessivamente è buona, ma che alcuni modelli perdono luminosità con il tempo, oppure sono troppo sensibili alle ripetute accensioni e spegnimenti. Tutto sommato, le lampadine messe a prova in questo studio durano molto, anche se non tanto come affermano i produttori.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Immobiliare: la crisi morde e gli italiani cercano case più piccole

Credito, ad aprile calano i prestiti e i mutui chiesti dalle famiglie italiane

Italiani diffidenti verso le banche: 15 milioni sono senza un conto corrente

NEWSLETTER
Iscriviti
X