Addio Antonveneta, Mps incorpora la banca. Ecco cosa cambia per i correntisti

A
A
A
di Redazione 26 Aprile 2013 | 07:24

La banca padovana chiude i battenti il 26 aprile alle 13.15. Il processo di incorporazione è già iniziato. Da lunedì 43 filiali in meno


ADDIO, ANTONVENETA – Il processo di incorporazione è iniziato. Ufficialmente da oggi, venerdì 26 aprile, la padovana banca Antonveneta, acquistata nel 2007 dal Monte Paschi di Siena, cesserà di esistere per essere interamente incorporata nell’istituto senese. Il codice Abi di Antonveneta, infatti, "05040" è destinato a sparire per avvenuta assimilazione da parte della sua controllante, Mps.

LE NOVITA’ – Cosa cambierà per i correntisti di Antonveneta? Intanto bisognerà aspettare lunedì per poter pagare le bollette agli sportelli, aprire conti correnti o chiudere posizioni. Le coordinate bancarie dei conti correnti saranno poi sostituite: l'Iban, in sostanza, non potrà più essere quello di prima. Sempre da lunedì, poi, ci saranno 43 filiali in meno nel Nordest, 13 chiuderanno solo a Padova. Insieme al codice Abi da lunedì spariranno sui documenti anche le intestazioni di Antonveneta che verranno sostituite con il simbolo dell'istituto di Rocca Salimbeni.

I POSSIBILI DISAGI – È possibile quindi che nel week end, cioè nel lasso di tempo tra oggi e le 8 di lunedì mattina, ci siano problemi con gli sportelli bancomat dell’ormai ex Antonveneta. Il codice utente per l’accesso all’home banking potrà inoltre variare. Una procedura guidata in fase di accesso permetterà di verificare se il codice utente cambia e nel caso verrà comunicato quello nuovo, mentre le password di accesso e la chiave elettronica non subiranno modifiche.

LA LETTERA AI CLIENTI – I clienti delle filiali destinate alla chiusura hanno ricevuto questa mattina la lettera della direzione che indica la nuova filiale di riferimento. “È la fine di una storia iniziata nel 1866, anno in cui è nata la Banca Mutua di Credito Popolare di Padova, ma non è un cambiamento drammatico né per i lavoratori né per la clientela”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X