Risparmio, decolla il social lending come strumento anticrisi

A
A
A
di Redazione 19 Aprile 2013 | 08:09

Smartika.it passa da 700 mila euro del 2012 a 2.750.000 nei primi tre mesi del 2013 di prestiti erogati tra privati nel primo anno di attività e punta a conquistare l’1% del mercato italiano dei prestiti personali


NUMERI IN CRESCITA – Nel primo anno di attività (cha ha preso avvio a fine marzo 2012) su Smartika si sono attivati 5mila prestatori e sono stati conclusi oltre 450 prestiti per un valore di 2,75 milioni di euro. Il risultato è stato ottenuto in un contesto che in Italia ha visto crollare del 21% del credito al consumo alle famiglie tra il 2008 e il 2012. Dati in crescita per un fenomeno, quello del prestito tra privati, noto anche come social lending, introdotto in Gran Bretagna nel 2005 e che ha avuto un grande sviluppo in seguito alla crisi finanziaria globale del 2008, diventando un canale di credito alternativo e una risposta al problema del credit crunch.

LA FAMA NEGLI USA Lending Club, la principale piattaforma di social lending negli Stati Uniti, ha superato il miliardo e mezzo di dollari di prestiti erogati. “Negli Usa e nel Regno Unito – dichiara Maurizio Sella, fondatore e amministratore delegato di Smartika – il social lending è il canale a maggior tasso di crescita nel mercato dei prestiti personali. In Italia Smartika.it è partita da appena un anno ed è oggi l’operatore di riferimento, oltre alla più importante realtà di crowdfunding italiano. Il nostro obiettivo è ambizioso: conquistare in cinque anni l’1% del mercato dei prestiti personali, stimato in 20 miliardi di euro”.

I VANTAGGI – Le condizioni sono vantaggiose per tutti: tassi più bassi per chi ottiene il prestito e interessi più alti per chi presta il denaro. Il social lending consente l’incontro tra chi desidera investire una parte dei propri risparmi con un rendimento vantaggioso e chi, meritevole di credito, desidera ottenere un prestito a condizioni più vantaggiose rispetto a quelle applicate dai canali tradizionali (banche e finanziarie).

COME FUNZIONA – Su Smartika.it il prestatore – che conosce sempre l’utilizzo del suo denaro e l’andamento del proprio portafoglio prestiti – può offrire in prestito da 100 a 50mila euro e l’importo offerto è frazionato su 50 diversi richiedenti per minimizzare il rischio. Chi presta sceglie le tipologie, basate sul merito creditizio, di richiedenti a cui prestare, decide il tasso a cui offrire e lo aggiusta in base all’andamento della domanda e dell’offerta. I richiedenti ammessi al prestito sono selezionati da Smartika con severe griglie di accettazione basate sul loro merito creditizio, rilevato attraverso l’interrogazione di apposite banche dati, e ulteriormente vagliati sulla base della documentazione fornita. 

I MICRSOPRESTITI – Il richiedente può ottenere prestiti da mille a 15mila euro, rimborsabili in 24, 36 e 48 mesi, tutto il processo di svolge online. Il prestito è composto da centinaia di microprestiti di differenti prestatori e viene restituito con unica rata mensile suddivisa e accreditata da Smartika ai prestatori per le microrate di spettanza. Il Taeg è molto conveniente: si parte dal 5,5% per i migliori profili ed è mediamente pari al 9,2% (-25% rispetto a quanto mediamente praticato da banche e finanziarie).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X