La bolletta gas e luce diventa meno cara, risparmi per 60 euro all’anno

A
A
A
di Redazione 29 Marzo 2013 | 08:37

Così l’ha deciso l’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas. Il gas scende per la prima volta in 3 anni, ed entro la fine dell’anno il taglio raggiungerà il 7%, ovvero 90 euro in meno all’anno


DIAMOCI UN TAGLIO – Finalmente una buona notizia per gli italiani. A partire dal 1° aprile ci sarà un taglio del 4,2% sul gas naturale e dell’1% sull’energia elettrica, quest’ultimo si aggiunge al calo dell’1,4% di gennaio. Complessivamente, si tratta di un risparmio di 60 euro annui, dei quali 55 euro sulla bolletta del gas. Così l’ha deciso l’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas. Il gas scende per la prima volta in 3 anni, ed entro la fine dell’anno il taglio raggiungerà il 7%, ovvero 90 euro in meno all’anno. Ecco com’è previsto il taglio alle bollette della luce e il gas.

LA RIFORMA DELL’AEEG – I dati emergono dall’ultimo aggiornamento trimestrale dell’Aeeg. La tanto attesa discesa sulla bolletta del gas si deve alla diminuzione del prezzo della materia prima, che ha raggiunto i 35 centesimi di euro a metro cubo (ad aprile 2012 era a 36). Adesso, questo calo si farà sentire finalmente nelle tasche dei consumatori. La riforma approvata dall’Autorità a inizio 2013, tiene conto dell’attuale situazione del mercato del gas, con un’evidente contrazione della domanda, aumento dell’offerta e nuove regole europee e nazionali che andranno a favorire la concorrenza.

I BENEFIOCI AI CONSUMATORI – Entro la fine di quest’anno, il taglio complessivo sulla bolletta del gas arriverà al 7%, che rappresentano 90 euro di risparmio all’anno per ogni famiglia. A partire da aprile scende anche il prezzo del gpl (-0,5%) che si aggiunge al -1,6% di questo mese e al -3,8% di febbraio. Guido Bortoni, presidente dell’Aeeg, ha sottolineato: “Siamo di fronte a un passaggio netto, un momento di cesura che ha richiesto determinazione e rigore tecnico per progettare e avviare una riforma che consentisse di trasferire ai consumatori i benefici del mutamento di paradigma nei mercati del gas“.

IL SETTORE DELL’ENERGIA – “Una riforma – continua Bortoni – che prende il via da un’idea semplice: partire dal prezzo del gas quale motore per l’efficientamento complessivo del settore energia in Italia”. Il presidente ha infine spiegato che “il calo delle bollette di oggi è il primo effetto concreto di questa riforma complessiva per trasferire ai consumatori i benefici derivanti dallo sviluppo di un mercato all’ingrosso del gas più concorrenziale in Italia, iniziato con l’avvio del mercato di bilanciamento di merito economico”.

LE TARIFFE DEL MERCATO LIBERO – Le novità vanno ad applicarsi alla tariffa in Maggior Tutela, ovvero quella che hanno coloro che non hanno mai cambiato fornitore sin dalla liberalizzazione del settore. In effetti, le tariffe gas e luce del Mercato Libero dell’Energia, non sono soggette agli aumenti di prezzo previsti dall’Aeeg. Attivando una tariffa del mercato libero puoi risparmiare oggi fino a 160 euro sulla bolletta del gas o della luce all’anno.

www.sostariffe.it

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X