Federconsumatori, allarme dei consumatori sull’aumento della pressione fiscale

A
A
A
di Redazione 20 Marzo 2013 | 15:35

Solo nel 2013, secondo lo studio, gli aumenti sul piano fiscale a carico delle famiglie saranno pari a 421 euro in termini diretti. Un vero e proprio salasso che equivale a circa un mese di spesa alimentare di una famiglia media


PRESSIONE FISCALE – Il fisco tiene sotto torchio gli italiani che, fra un balzello e l'altro, si troveranno a pagare tasse più salate quest'anno. L'allarme è stato lanciato dall'Osservatorio nazionale di Federconsumatori, secondo cui la pressione fiscale salirà nel 2013 oltre la soglia del 45%, grazie all'aumento dell'Iva, alla Tares ed alle addizionali. Un andamento che, congiunto con l'aumento intollerabile di prezzi e tariffe, di giorno in giorno trascina sempre più in basso il potere di acquisto delle famiglie, già crollato del -14,1% dal 2008 ad oggi.

I CALCOLI – Solo nel 2013, secondo lo studio, gli aumenti sul piano fiscale a carico delle famiglie saranno pari a 421 euro in termini diretti. Un vero e proprio salasso che equivale a circa un mese di spesa alimentare di una famiglia media. Se, inoltre, affianchiamo tale dato a quello dell'aumento registrato sul fronte della tassazione nel 2012 (anno record, in cui è stata reintrodotta l'Imu e vi sono stati forti aggravi per le accise sui carburanti), l'incremento per il biennio 2012-2013 risulta pari addirittura a 1905 euro. Da notare che solo l'aumento dell'Iva da luglio peserà sulle tasche delle famiglie per 207 euro negli ultimi 6 mesi del 2013 (pari, in termini annui, ad aggravi di 414 euro).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X