Tra Imu, Tares e Iva in arrivo una stangata da 5 miliardi di euro nel 2013

A
A
A
di Redazione 18 Marzo 2013 | 10:44

A fare i conti è il Sole 24 Ore che nell'edizione di oggi ha calcolato gli aumenti già previsti dalla legge di stabilità e dalla manovra "salva-Italia".


STANGATA FISCO – È una stangata da 5 miliardi di euro quella che deriva dall'aumento di Imu, Tares e Iva che riguarderà i contribuenti italiani nella seconda metà del 2013 per effetto delle manovre degli anni scorsi. A fare i conti è il Sole 24 Ore che nell'edizione di oggi ha calcolato gli aumenti già previsti dalla legge di stabilità e dalla manovra "salva-Italia".

TUTTI GLI AUMENTI – "Un pacchetto di misure, si legge sul quotidiano che, nel complesso, vale fino a 5 miliardi nel 2013. Dal 1° luglio l'aliquota ordinaria dell'Iva passerà dal 21 al 22 per cento. Per l'Imu, invece, l'attribuzione allo Stato del gettito sui fabbricati produttivi rischia di tradursi in una serie di rincari per le imprese, mentre la Tares su rifiuti e servizi costerà a cittadini e aziende un miliardo in più rispetto a Tarsu e Tia".

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X