L’81% dei prestiti bancari al 10% della clientela

A
A
A
di Redazione 18 Marzo 2013 | 09:24

A rilevarlo la Cgia di Mestre secondo la quale il rimanente 19% è distribuito alle famiglie, alle piccole imprese ed ai lavoratori autonomi che costituiscono la quasi totalità, vale a dire il 90%, dei clienti delle banche
 


I PRESTITI AL 10% – L'81% circa degli oltre 1.335 miliardi di prestiti erogati dalle banche agli italiani è concesso al primo 10% degli affidati, alla migliore clientela. A rilevarlo la Cgia di Mestre secondo la quale il rimanente 19% è distribuito alle famiglie, alle piccole imprese ed ai lavoratori autonomi che, di fatto, costituiscono la quasi totalità, vale a dire il 90%, dei clienti degli istituti di credito.

SOGGETTI NON SOLVIBILI – Peccato, secondo l'organizzazione degli artigiani mestrini, che questa grande generosità rivolta alle grandi imprese non sia ricambiata. Infatti, le sofferenze a carico di questi clienti così privilegiati (ovvero sempre il primo 10% degli affidatari) è pari al 78,3% del totale. "Al di là delle difficoltà legate alla crisi”, ha dichiarato Giuseppe Bortolussi, segretario della Cgia, “il nostro sistema creditizio presenta dei nodi strutturali che vanno affrontati. È chiaro a tutti che questo 10% di maggiori affidati non è costituito da piccoli imprenditori, da famiglie o da titolari di partite Iva, ma quasi esclusivamente da grandi gruppi o società industriali. In linea generale non ci sarebbe nulla da obbiettare se questo 10% fosse costituito da soggetti solvibili”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X