Carte conto per studenti, le tre migliori alternative di marzo 2013

A
A
A
di Andrea Barzagni 14 Marzo 2013 | 13:47

Le carte conto hanno bassi costi di gestione e, essendo dotate di codice Iban, consentono di svolgere le principali operazioni bancarie.
 

ALTERNATIVE LOW COST – Le carte conto rappresentano un’alternativa “low-cost” ai tradizionali conti correnti bancari. Queste carte prepagate presentano, infatti, minori costi di gestione e in più, essendo dotate di codice Iban, consentono di svolgere numerose operazioni bancarie, dall’accredito mensile della busta paga alla domiciliazione delle principali utenze domestiche. Ciascun consumatore può individuare la carta più indicata per le personali necessità mettendo le carte di credito più convenienti a confronto con le carte prepagate e le carte revolving così da chiarirsi le idee sulla soluzione ottimale.

COME SCEGLIERE LA CARTA – I prodotti messi a disposizione dalle banche sono svariati e non sempre selezionare quello più indicato per ciascuno è un’operazione immediata. Per questa ragione utilizzare i portali della comparazione sul web, come ad esempio SuperMoney – piattaforma accreditata Agcom – ci consente di effettuare una scelta quanto più possibile consapevole ed opportuna.

TARGET DI RIFERIMENTO – Con l’aiuto di SuperMoney, portale di confronto numero uno in Italia, scopriamo quali sono le tre carte conto più adatte ai giovani che spendono in media fino a 1.000 euro al mese. Le offerte elencate di seguito non prevedono l’obbligo di conto corrente bancario.

DB CONTOCARTA E’ A ZERO SPESE – La carta che troviamo al primo posto della classifica è“db contocarta”, emessa dall’istituto Prestitempo sul circuito di pagamento Visa Electron. “Db contocarta” non ha alcun costo o commissione (il canone è gratuito per chi la richiede entro il 31 marzo 2013) e prevede una spesa massima mensile di 5 mila euro.

MPS SEGUE AL SECONDO POSTO – A seguire, per quanto riguarda le sole carte conto, troviamo“Spider” di Monte Paschi di Siena, anch’essa valida sul circuito di Visa. Il suo costo annuale è di 4,7 euro al mese, mentre il canone – che si paga a partire dal secondo anno – è di 7 euro. La spesa massima consentita al mese non può oltrepassare la soglia di 10 mila euro.

SUPERFLASH DI INTESA E’ “AMICA” DEGLI UNDER 26 – Per concludere, segnaliamo“Superflash”, la nota carta conto del gruppo bancario Intesa SanPaolo, che si riferisce al circuito di pagamento MasterCard. Il canone annuo previsto è gratuito per tutti i giovani tra i 18 e i 26 anni d’età (zero spese durante il primo anno anche per chi acquista la carta online). Come nel precedente caso, la spesa massima mensile è di 10 mila euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X