Per chi viaggia le tariffe aumentano, ma non in quattro tratte

A
A
A
di Redazione 31 Dicembre 2012 | 15:47

Escluse la Serenissima, la Tirrenica e alcuni tratti che partono da Brescia. Stangata sicura per gli automobilisti che attraversano il Passante di Mestre e il raccordo della Valle D'Aosta.

AUMENTI CONGELATI IN QUATTRO TRATTE – Stop a sorpresa per l'aumento di quattro importanti tratte autostradali. I rincari ci saranno e saranno in media del 2,91%, ma secondo l'agenzia di stampa Ansa non riguarderanno la Serenissima (To-Ve), la Tirrenica e alcuni tratti che partono da Brescia. Stangata sicura per gli automobilisti che attraversano il Passante di Mestre e il raccordo della Valle D'Aosta: l'aumento sarà, rispettivamente, del 13,55 e del 14,44%. La decisione inattesa ha provocato una dura risposta dell'Aiscat, che ha espresso preoccupazione per il metodo del governo.

CONCESSIONARI IMBUFALITI – Dura presa di posizione dei concessionari autostradali, infatti, contro la decisione dei ministeri competenti di dare il via libera solo ad alcuni aumenti richiesti, congelandoli sulle altre quattro tratte. Il mancato adeguamento a fronte dell'impegno a realizzare 40 miliardi di investimenti viene definito "incomprensibile". L'Aiscat denuncia la "scarsa attenzione, sia nei confronti del mercato sia verso gli investitori, dimostrata anche dal fatto che l'esecutivo ha atteso l'ultimo giorno utile".

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Atlantia, Aspi: dopo le manette Cdp si tira indietro? Governo all’angolo

Aspi, scattano le manette: arrestati l’ex Ad Castellucci e altri manager. Atlantia in calo

Atlantia, avanti con lo spin-off di Aspi. Offerta vincolante di Cdp in arrivo il 28 ottobre?

NEWSLETTER
Iscriviti
X