Natale di crisi: tablet e internet guidano la voglia di riscatto

A
A
A
di Redazione 18 Dicembre 2012 | 09:12

Nessuna corsa ai consumi, ma si percepisce una reazione positiva rispetto agli scorsi anni guidata soprattutto dalla voglia di novità tecnologiche


CRISI, MA NON TROPPA – La crisi sarà l’ospite ingombrante anche questo Natale. Ma oltre metà delle persone che frequentano i negozi di elettrodomestici ed elettronica di consumo non pensa di spendere meno rispetto al 2011. Secondo l’indagine flash condotta dall’Ufficio Studi Aires presso i clienti dei punti vendita degli associati a Milano e a Roma, ad affermare che i soldi a disposizione saranno di meno è solo un terzo degli interpellati.

DATI IN CONTRTENDENZA – I dati registrati dall’Ufficio Studi Aires (Associazione italiana retailer elettrodomestici specializzati, che riunisce le principali aziende e gruppi distributivi di elettrodomestici ed elettronica di consumo) sembrano andare nella stessa direzione della rilevazione di dicembre fatta da Findomestic, che a ridosso del Natale ha registrato da un lato il minimo storico della fiducia degli italiani (mai così poco propensi a spendere), dall’altro un atteggiamento in controtendenza proprio per i settori merceologici di competenza di Aires. Infatti secondo l’osservatorio Findomestic l’unica propensione all’acquisto risultata in aumento è quella degli elettrodomestici (frigo, lavatrici, lavastoviglie…). Per televisori ed elettronica di consumo in generale la voglia di acquisto non aumenta a dicembre ma rimane stabile, al contrario di tutte le altre tipologie di beni durevoli che invece risultano in sensibile calo.

LA RISCOSSA HI-TECH – La percezione della crisi c’è e continua ad essere molto forte. Ma la voglia di rimanere al passo con novità tecnologiche sempre più multifunzionali e trasversali ai desideri dell’intera famiglia, rimane una spinta molto sentita ad aprire il portafogli: per almeno un quarto degli interpellati è il motivo principale che li sta spingendo verso gli acquisti natalizi, mentre un terzo dice che il suo atteggiamento sarà condizionato dalla necessità di fare economia.

SMARTPHONE E TABLET – Fra gli oggetti del desiderio primeggia il tablet seguito a stretto giro da smartphone, televisore di ultima generazione e computer: complessivamente almeno il 70% dice di desiderare uno di questi oggetti. I nuovi elettrodomestici sono nella lista dei desideri principalmente delle persone fra i 29 e i 45 anni che devono mettere su casa.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti