Regali di Natale: gli errori si riciclano su eBay

A
A
A
di Redazione 17 Dicembre 2012 | 14:39

Tanti sono i regali “sbagliati”. Ormai invece che accumularli in cantina, gli italiani hanno imparato come far fruttre anche un regalo indesiderato: basta rivenderlo su Internet
 

ERRORI NATALIZI – Se anche siete di quelli che “questo ce l’ho già” o “non lo userò mai”, o infine, “a cosa mi serve?” siete tra i tanti italiani che ogni anno a Natale ricevono regali “indesiderati”. Il regalo infatti non sempre è azzeccato e si rischia così di “buttare via” i soldi. Secondo una ricerca Tns, commisionata da eBay e condotta tra l’11 e il 15 Ottobre 2012 su un campione di oltre mille intervistati di un’età compresa tra i 16 e i 54 anni, nel 2011 gli italiani hanno ricevuto regali indesiderati per circa 754 milioni di euro.

LA RICERCA – Secondo i dati, il 34% degli italiani riceve mediamente uno o due regali indesiderati ogni anno, per un valore medio degli oggetti di circa 54 euro. Secondo le risposte degli intervistati, i regali più deludenti e meno graditi, arrivano da suoceri e parenti acquisti. E soprattutto in tempo di crisi appare evidente la necessità di risparmiare e non incorrere in questo tipo di inconvenienti.

RIVENDERE SU INTERNET – Ma gli italiani 2.0 hanno ormai affinato l’arte del riciclo e hanno capito come far fruttare un regalo indesiderato: basta rivenderlo su internet. E magari, con i soldi guadagnati, comprarsi proprio quel regalo che non si è trovato sotto l'albero. Da un'indagine interna di eBay è emerso inoltre che il giorno in cui si prevede che verranno messe più inserzioni di regali riciclati su eBay è proprio il 7 gennaio, il giorno dopo l’Epifania (che tutte le feste porta via). Tra i più riciclati ci sono capi d’abbigliamento e accessori, computer,libri e musica.

QUALCHE CONSIGLIO – E allora come evitare di sbagliare? Dalla ricerca emerge anche qualche buon consiglio per andare sul sicuro. Il regalo che la maggior parte degli intervistati vorrebbe ricevere è un viaggio (24%), seguito da oggetti tecnologici, come navigatori, lettori mp3 o smartphone (12%) passando per il fashion con vestiti, scarpe e accessori, preferiti dall’11% degli intervistati, con una maggioranza, ovviamente, di donne sugli uomini (14% vs 9%). Dall’altro lato, invece, gli oggetti per la casa, quali ad esempio i tostapane o gli aspirapolvere, i cosmetici, le calze e infine l’intimo.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X