Immobiliare, l’Istat segnala un calo rispetto al 2011

A
A
A
di Redazione 12 Dicembre 2012 | 10:14

Le compravendite di immobili a uso residenziale sono scese del 23,6% e quelle di immobili a uso economico sono calate del 24,8%.

IMMOBILIARE IN FLESSIONE – In Italia le compravendite di immobili nel secondo trimestre dell'anno hanno registrato un calo di quasi il 25% rispetto allo stesso periodo del 2011. Lo sostiene l'Istat, aggiungendo che sono i peggiori dal 2008. Nello stesso periodo, i mutui e gli altri finanziamenti per l'acquisto di immobili si sono contratti di oltre il 41%.

SCENDONO TUTTI I SETTORI – In un rapporto sul mercato immobiliare, ripreso dall'agenzia di stampa Reuters, l'Istat segnala che nel secondo trimestre del 2012 le compravendite di unità immobiliari sono state 167.721, per il 93,3% relative a immobili per abitazioni. Rispetto a un anno prima, le compravendite di immobili a uso residenziale sono scese del 23,6% e quelle di immobili a uso economico sono calate del 24,8%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti: case, l’analisi e le previsioni di Banca d’Italia

Immobiliare Usa, scendono i prezzi degli immobili e aumentano le compravendite

Vendere e affittare un immobile, ecco le tipologie più richieste

NEWSLETTER
Iscriviti
X