Le 3 migliori app per risparmiare denaro

A
A
A
di Redazione 23 Agosto 2016 | 08:17

Controllare le spese è possibile con le 3 migliori app per risparmiare disponibili su Google Play Store e App Store. Vediamo nel dettaglio a cosa servono queste 3 app e come possono aiutare l’utente a monitorare, gestire e a mettere da parte il proprio denaro. La selezione è di www.forexinfo.it.

  1. Mint
    È la regina delle app di finanza personale; questa piccola applicazione leggera e intuitiva permette di tracciare le attività finanziarie da tutti i propri conti. Ogni transazione viene registrata e classificato automaticamente. Mint inoltre sincronizza i portafogli degli utenti, stabilisce dei modelli di spesa personalizzati e crea un bilancio. È utile per generare grafici per visualizzare risparmi e spese. Chi è preoccupato per la sicurezza non avrà nulla da temere perché l’applicazione è protetta da password e permette di disattivare l’accesso dal telefono cellulare attraverso il sito web dell’app. Si tratta di un modo fantastico per tenere sotto controllo la salute finanziaria del conto in banca anche perché è capace di rilevare problemi di soldi al momento opportuno.
  2. BillTracker
    Impossibile dimenticare di pagare le bollette, le rate della macchina o l’abbonamento telefonico con questa app. BillTracker permette di mantenere tutte le date di scadenza e la il numero di bollette da pagare in un unico registro e anche notifica gli imminente pagamenti. Le date di scadenza sono evidenziate sul calendario per una visualizzazione lampo. Un’altra funzione da sottolineare è la possibilità di trasferire i dati delle bollette su Excel e altri fogli di lavoro reso rapido e facile dai tasti di scelta rapida.
  3. Receipt Bank
    Un altro gigante delle app a tema finanziario è Receipt Bank: l’app incentrata sul controllo delle spese personalidell’utente. L’app si rivolge piccole o medie imprese e a privati, imprenditori, lavoratori autonomi, dipendenti, amministratori, commercialisti e contabili. Receipt Bank estrae con precisione i dati essenziali delle ricevute e delle fatture, tutto quello che bisogna fare è scattare una semplice foto. Ma cosa succede alle ricevute? Receipt Bank conserva le immagini e i dati per almeno 7 anni, in modo da potersi sbarazzarsi di quei noiosi e fastidiosi pezzi di carta.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bce, tassi invariati. “Adeguamenti a dicembre”

Consulenti, ecco tutte le app che vi possono aiutare

Back to school: l’importanza dell’education finanziaria

NEWSLETTER
Iscriviti
X