Ape Social, in arrivo il prestito pensionistico gratuito

A
A
A
di Redazione 9 Settembre 2016 | 11:02

Si chiama “Ape social” ed è il prestito pensionistico al quale sta lavorando il governo per le categorie disagiate e più meritevoli di tutela. In questi casi la penalizzazione sull’assegno sarà molto più bassa. Beneficiari saranno in primis i disoccupati (per i quali la soglia del peso del prestito pensionistico dovrebbe essere fissata al 3% annuo).

Tra le categorie tutelate, il cui elenco non è stato stilato in modo completo e chiuso, troviamo disabili e inabili (ovvero coloro che hanno subito infortuni sul lavoro). Verosimilmente l’Ape social sarà esteso anche a chi ha un familiare disabile a carico, fino al primo grado di parentela o a chi svolge lavori usuranti. In molti casi la penalizzazione sarà annullata del tutto. Secondo la prima bozza del progetto ribattezzato Ape social: il taglio non supererà l’1% l’anno per chi prende 2 mila euro e salirebbe fino al 3% per gli assegni da 3 mila euro al mese lordi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Una pensione minima anche per i giovani. Ecco il piano

Pensione, ecco le scadenze per l’Ape social

Ape Social al via, ecco quali sono i requisiti

NEWSLETTER
Iscriviti
X