A gamba tesa/La conversione “spintanea” delle obbligazioni subordinate

A
A
A
di Marco Barlassina 28 Settembre 2016 | 10:10

I bond subordinati di Banca Monte dei Paschi saranno convertiti volontariamente in azioni. Questo, in sostanza, il messaggio che il nuovo Ad e direttore generale del Monte dei Paschi Marco Morelli ha comunicato al mercato nella sua prima riunione ufficiale facendo chiarezza su rumors circolati in questi giorni in borsa, dopo che i rendimenti delle obbligazioni sono saliti al 32%. Niente conversione forzata dei bond in azioni Mps o manovre che scontentino i piccoli risparmiatori che hanno in mano circa la metà delle obbligazioni subordinate Mps vendute tramite sportello bancario per un valore superiore ai 2 miliardi. Altre fonti, più che di “conversione volontaria” parlano di “conversione spontanea”. Cambia poco e niente, nella sostanza. Ma potrebbe cambiare molto se, alla fine, non si riuscirà a chiudere l’aumento di capitale che al momento risulta difficilissimo. A quel punto la conversione “spontanea” potrebbe diventare “spintanea” con un out out della banca: o convertite o andiamo al bail in e perdete tutto.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Widiba, il consulente milionario tra bonus e incentivi

Mps e i preparativi per le nozze

Mps, i 2 paperoni di Widiba

NEWSLETTER
Iscriviti
X