Sorpresa: i correntisti di tutte le banche pagheranno i disastri di Banca Etruria & C.

A
A
A
di Redazione 28 Settembre 2016 | 15:15

Effetto boomerang del salvataggio, avvenuto un anno fa, di Banca Etruria, CariChieti, CariFerrara e Banca Marche: stanno aumentando i costi dei conti correnti, per finanziare il Fondo nazionale di risoluzione intervenuto al sostegno degli istituti che stavano fallendo. Lo scrive il Corriere.it. Gli aumenti per ora sono limitati ad alcuni casi (per esempio, il Banco Popolare), ma potrebbero in tutta logica estendersi. Ci sono banche che stanno aumentando i costi dei depositi anche per altri motivi. Ubi, per esempio, perché deve finanziare maggiormente il Fondo interbancario, l’altro strumento alimentato da tutto il sistema bancario, quello per tutelare i conti correnti dei propri clienti (fino a 100 mila euro), in caso di fallimento della banca. CheBanca! invece, risulta al Corriere, sta alzando le spese per via delle aumentate commissioni interbancarie sulle carte di credito. Motivazione addotta anche da Unicredit.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Etruria, 14 ex dirigenti rinviati a giudizio

Banca Etruria, Fornasari evita due multe

Banca Carige, analogie e differenze con altre crisi bancarie italiane

NEWSLETTER
Iscriviti
X