Al via il primo Btp a 50 anni. Domanda boom e rendimento al 2,85%

A
A
A
di Redazione 4 Ottobre 2016 | 09:08

Al via il BTp a 50 anni con scadenza 2067. Al pari di Spagna, Francia e Belgio, anche Roma ha esordito sul mercato dei titoli di stato a lunghissimo termine.

Dopo molte riflessioni il Tesoro ha rotto gli indugi e ha collocato (non in asta ma con un sindacato di grandi banche italiane e non) ben 5 miliardi di titoli extra long. Il mercato ne avrebbe voluti 18,5, quasi quattro volte di più. Oltre l’80% dei Btp a 50 anni è andato all’estero.

Il Btp di cui vedranno la fine figli e nipoti giova al Tesoro, che a sua volta ha incassato l’entusiasmo di assicurazioni, asset manager e fondi pensione, a caccia di cedole nel deserto dei tassi scomparsi. Allungare la vita media del proprio debito è un obiettivo di tutti gli Stati. Anche se è difficile immaginare che 5 miliardi possano fare una differenza rilevante in rapporto ai nostri due trilioni di zavorra. Il Tesoro per onorare i creditori del Matusalem spenderà oggi quasi il triplo (2,80% l’anno) rispetto a un Btp decennale. Se i tassi dovessero tornare a livelli più normali, l’operazione si trasformerebbe però in un affare.

E un risparmiatore privato? Può comprarlo — bastano mille euro — e dimenticarlo in un cassetto accumulando le cedole, senza scordarsi però i rischi legati a un lasso di tempo così lungo.  Il nuovo, che avrà scadenza 1 marzo 2067, sarà collocato attraverso un sindacato composto dai seguenti specialisti in titoli di stato: Banca IMI S.p.A., BNP Paribas, Goldman Sachs Int. Bank, HSBC France, JP Morgan Securities PLC e Unicredit S.p.A.

La struttura del nuovo titolo ricalcha quella dei Btp nominali emessi regolarmente: cedole semestrali con tasso annuo fisso definito al momento del lancio del titolo e rimborso alla pari. La liquidità del titolo è garantita attraverso successive riaperture tramite asta ordinaria o sindacato, in base alle condizioni di mercato e alla domanda degli investitori.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Pronti, Recovery, via. Le nuove obbligazioni governative sotto la lente

Mercati, decennale Usa atteso sopra il 2%

Fondi, da State Street tre nuovi comparti Sustainable Climate Bond

NEWSLETTER
Iscriviti
X